Precari della scuola in piazza, “stabilizzazioni e rispetto degli impegni del Governo”

Immagine di archivio

Presidio di protesta oggi davanti alla Prefettura di Firenze. “Misure urgenti per i precari” a rischio.

“All’interno della dialettica del governo giallo-verde pare che il decreto preannunciato dal Ministro Bussetti riguardante “Misure urgenti per i Precari” non vedrà la luce neanche nel prossimo consiglio dei ministri in programma per martedì della prossima settimana. Ci sono migliaia di precari che attendono l’attuazione dell’intesa che dovrebbe dare avvio al Percorso Abilitante Speciale (Pas) e al concorso straordinario per la secondaria. Su questo il Ministro e il premier Conte hanno assunti impegni precisi”.

Manifesta così la propria preoccupazione la Flc Cgil che in una nota di annuncio del presidio di oggi sottolinea come “Sarebbe gravissimo  se, come rumors insistenti lasciano intendere, non se ne farà di niente neanche nel prossimo consiglio dei ministri. Ed è tanto più grave il rinvio continuo di questo provvedimento quanto più si avvicina l’avvio del nuovo anno scolastico, con migliaia di posti scoperti e una “supplentite” che in diverse regioni non solo non è guarita, ma si aggrava proprio a causa dei ritardi nell’assumere misure adeguate”.

La Flc Cgil Toscana e gli altri sindacati della scuola, fortemente preoccupati per la situazione creatasi che rischia di compromettere il regolare avvio dell’anno scolastico, con il presidio di oggi mandano un segnale preciso al Governo.

 

avatar