Prato: tra stelle rosse e svastiche sui muri

Prato

A Prato episodi di vandalismo politico: al municipio è stata ritrovata una valigia che era stata imbratta con una stella rossa a cinque punte e l’acronimo ‘Br’ e all’ingresso della biblioteca Lazzerini è stata trovata una svastica che macchiava il muro.

La stella a cinque punte e l’acronimo ‘Br’ sono stati scritti con uno spray rosso sulla fodera interna di un trolley abbandonato vicino al municipio di Prato. A riportare la notizia il quotidiano ‘La Nazione’.

La valigia è stata rinvenuta sotto il loggiato del palazzo comunale, nello stesso angolo in cui lo scorso 21 agosto è stata ritrovata la scritta ‘Biffoni stai attento’. Il trolley è stato portato in procura a Firenze dove è stato aperto un fascicolo.

Indaga la digos. “Certi episodi sicuramente non fanno piacere”, ha commentato il primo cittadino Matteo Biffoni “e fanno stare in pensiero. Io continuo a stare sereno e ad andare in giro tranquillamente per la città”

Sa al municipio abbiamo una stella a cinque punte al Museo del Tessuto di Prato, all’ingresso della Biblioteca Lazzerini in via Puccetti, una svastica che imbrattava il muro è stata scoperta questa mattina.

L’amministrazione comunale, in una nota, condanna fermamente il ripetersi di episodi di vandalismo attraverso scritte che esprimono intolleranza razziale o adesione ad ideologie nazifasciste, senza contare il danno fatto ad un bene pubblico, appartenente all’intera comunità.

L’inciviltà di pochi offende le tradizioni della città e comporta uno spreco di denaro pubblico per i continui interventi di ripulitura delle scritte.

avatar