Pistoia: accusato morte babbo amico non risponde a Gip

carcere Pistoia

Interrogatorio di garanzia stamani nel carcere di Pistoia per Alessio Bini, il 22enne arrestato sabato sera con l’accusa di omicidio preterintenzionale, per la morte di Flaviano Nocentini, 59 anni.

L’uomo è morto dopo una lite con lo stesso giovane, amico di suo figlio, cadendo a terra e picchiando violentemente il volto sull’asfalto dopo un calcio che il 22enne gli aveva sferrato alla spalle. Il gip si è riservato.
“Il giovane ha reso delle dichiarazioni che sono perfettamente in linea con la ricostruzione di un incidente”, ha dichiarato al termine l’avvocato Cecilia Turco di Pistoia difensore di Bini, insieme Massimo Pagnini del foro di Prato.
“E’ sgomento e affranto per quello che è accaduto – ha aggiunto l’avvocato Turco, riferendosi al suo cliente -, si rende conto della disgrazia, che ovviamente lui non ha voluto, perché non si è trattato di una aggressione. Il pubblico ministero ha chiesto la convalida dell’arresto e stiamo aspettando la decisione del giudice, perché ovviamente noi ci siamo opposti alla richiesta di misura cautelare in carcere”.
Intanto ieri si è svolta l’autopsia sul corpo del 59enne. Gli accertamenti sono stati svolti dal consulente incaricato dalla procura, il medico legale Stefano Pierotti, con il dottor Walter Calugi, e alla presenza del perito di parte nominato dalla famiglia del giovane arrestato, Martina Focardi, dell’Istituto di medicina legale di Firenze. Il corpo di Nocentini è stato sottoposto anche alla tac, un esame ritenuto necessario per escludere altri traumi. E sarebbe stata esclusa la presenza di altre lesioni. Altri accertamenti peritali saranno svolti per chiarire ulteriormente altri aspetti.

avatar