Pinocchio Live Jazz XXVI edizione

Pinocchio Live Jazz XXVI edizione, dal 9 novembre 2019 al 29 febbraio 2020. “Un Jazz a parte…” il titolo per questa stagione della nota rassegna fiorentina. Prossimo appuntamento con Vincenzo Vasi e Valeria Sturba

Sabato 16 novembre 2019

VINCENZO VASI & VALERIA STURBA  OoopopoiooO Presentano “Elettromagnetismo e Libertà” (Oopart)

VALERIA STURBA voce, theremin, violino, elettronica, giocattoli, effetti, looper/  VINCENZO VASI voce, theremin, basso, elettronica, giocattoli, percussioni, effetti, looper

Gli OoopopoiooO, alias i vulcanici ed “elettro”- magnetici Vincenzo Vasi e Valeria Sturba, presentano il loro secondo disco intitolato “Elettromagnetismo e Libertà”, come uno dei brani in scaletta firmato dal violoncellista free Tristan Honsinger. Il lavoro, una sorta di manifesto surreal-pop -dadaista per voci, theremin e cianfrusaglie elettroacustiche e si dipana attraverso ludici ribaltamenti di forme musicali consuete, creando una miscela pop costruita su armonie e combinazioni stilistiche distanti fra loro: musica contemporanea, minimalismo, tarantelle, techno rap, musica popolare e filastrocche visionarie. Una sorta di luna park sonoro, caratterizzato da un originalissimo e dissacrante polistilismo ludico focalizzato sulla forma canzone,  dove si respira un’aria di anarchica e  stravagante libertà creativa.

Sabato 23 novembre 2019

ANTONIO FARAO’ TRIO. ANTONIO FARAO’ piano/PAT SENATORE contrabbasso/MIKE BAKER batteria

“Non mi capita spesso di essere sorpreso da registrazioni di musicisti, come lo sono stato quando per la prima volta ascoltai uno degli ultimi CD di Antonio Faraò.(…) Mi ha immediatamente attratto la sua concezione armonica, la gioia dei suoi ritmi e il suo senso di swing, la grazia e il candore delle sue linee melodiche improvvisate. Antonio non è solo un ottimo pianista, è un grande”. Herbie Hancock Scorrendo le biografie di questi tre musicisti si incontrano Herbie Hancock, che da anni è un dichiarato estimatore di Antonio Faraò,  Witney Huston, per la quale l’americano Mike Baker è stato direttore musicale e batterista per 18 anni, l’Orchestra di Stan Kenton, dove ha militato il contrabbassista Pat Senatore,  classe 1935 (!). Ma sono molte altre le illustri collaborazioni e riconoscimenti che costellano la carriera dei componenti di questo “super” trio, guidato da una punta di diamante del jazz italiano tra le più apprezzate all’estero. Antonio Faraò ha plasmato il suo stile inconfondibile, confrontandosi con jazzisti del calibro di Joe Lovano, Miroslav Vitous, Jack Dejohnette, Chris Potter, Benny Golson…raggiungendo una brillantezza tecnica, carica di pathos, e una vena compositiva fluente, dal travolgente senso ritmico.

Sabato 30 novembre 2019

SILVIA BOLOGNESI YOUNG SHOUTS. Presenta “aLive Shouts”an homage to Bessie Jones (Fonterossa Records). SILVIA BOLOGNESI contrabbasso, voce/ATTILIO SEPE sax alto/EMANUELE MARSICO tromba, voce/SERGIO BOLOGNESI batteria

Bessie Jones (1902-1984), cantante gospel e folk afroamericana che Alan Lomax definì “The Mother Courage of American Black Traditions”, è rievocata da Silvia Bolognesi e i suoi Young Shouts in questo nuovo progetto e disco di composizioni originali, firmate dalla leader. Il lavoro, realizzato con tre giovani talenti fioriti fra le aule di Siena Jazz, dove la musicista è docente, ritrae, con un linguaggio moderno e avvincente, l’anima di una delle protagoniste di quelle radici blues, folk, spiritual che stanno all’origine di tutti i percorsi della musica nero americana, una musica da sempre al centro di progetti e collaborazioni della contrabbassista toscana, come dimostra anche la sua attuale – prestigiosa – militanza negli Art Ensemble of Chicago.

 

 

 

 

avatar