Piaggio: precari si ‘incatenano’ cancelli Confindustria Pisa

piaggio

Si sono simbolicamente incatenati ai cancelli della sede pisana di Confindustria alcuni ex lavoratori a termine della Piaggio di Pontedera che chiedono la stabilizzazione all’azienda e il rispetto dell’accordo, spiega una nota dell’Usb, “che prevede le assunzioni in base all’anzianità lavorativa”.

La protesta è stata promossa dal sindacato di base in concomitanza dell’incontro tra azienda e Cgil, Cisl e Uil nell’ambito della trattativa per il contratto integrativo che si sta svolgendo nella sede confindustriale. La vicenda riguarda una cinquantina di addetti della Piaggio, uomini e donne, che, si spiega, per anni hanno lavorato con contratti a termine in catena di montaggio.

“Denunciamo – affermano gli operai – l’arroganza di un’azienda che, grazie allo sfruttamento dei lavoratori e ai costanti e lauti contributi pubblici, macina profitti e dividendi per gli azionisti, ma non si assume alcuna responsabilità sociale di fronte ai lavoratori e a un territorio che viene progressivamente deindustrializzato, attraverso una costante perdita di lavoro e una crescita di precariato diffuso. Chiediamo a Piaggio, amministrazioni locali e prefettura l’immediata apertura di un tavolo di confronto su questa situazione”.

avatar