Papa, sereno per dossier Viganò, chiesa si prende cura dei migranti

papa
Pope Francis waves as he leaves at the end of his weekly general audience in St. Peter's Square at the Vatican, Wednesday, Feb. 5, 2014. A U.N. human rights committee denounced the Vatican on Wednesday for “systematically” adopting policies that allowed priests to rape and molest tens of thousands of children over decades, and urged it to open its files on the pedophiles and the bishops who concealed their crimes. (AP Photo/Alessandra Tarantino)

Il Papa si è espresso con “Silenzio e preghiera con chi cerca scandalo” riguardo al dossier Viganò e rispetto alla Diciotti: “la Chiesa, sin dalle sue origini, si prende cura dei forestieri e dei migranti: è una missione evangelica”

Gualtiero Bassetti, presidente Cei, racconta il suo incontro con il Papa in un’inervista al Corriere Fiorentino. “Ho incontrato il Santo Padre recentemente e l’ho visto molto sereno. Di fronte a ogni avversità il Papa reagisce dicendo: ‘L’importante è fare ciò che ci chiede il Vangelo'”.

“Riguardo a questi dossier le parole pronunciate da Francesco sono stupende: ‘Silenzio e preghiera con chi cerca scandalo’. Le faccio mie e le propongo a tutta la Chiesa italiana”. Continua Gualterio Bassetti, in merito alla ‘testimonianza’ dell’ex nunzio negli Usa, Carlo Maria Viganò.

Rispondendo sulla nave Diciotti e su rischi di spaccatura per la Chiesa in tema di immigrazione Bassetti sottolinea che “noi non ci tiriamo indietro”, “la Chiesa, sin dalle sue origini, si prende cura dei forestieri e dei migranti: è una missione evangelica”, e “non è certo un progetto politico da valutare co un sondaggio di opinione”, “la Chiesa non ha interessi politici, e ben che meno di governo”.

Infine sugli scandali su ch specula sull’accoglienza, “ogni ingiustizia deve essere sanzionata”, “ma la retorica del business sui migranti non mi appassiona”.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments