Omicidio Idy Diene: Pirrone condannato a 30 anni

Idy Diene

L’ex tipografo Roberto Pirrone è stato condannato a 30 anni di carcere per l’omicidio di Idy Diene, avvenuto il 5 marzo 2018 sul ponte Vespucci a Firenze. Il processo si è svolto con rito abbreviato davanti alla corte di assise di Appello di Firenze. In primo grado, sempre in rito abbreviato, l’uomo era stato condannato a 16 anni. Nella sentenza di secondo grado è stata contestata anche l’aggravante dei futili motivi che non stata riconosciuta nel primo processo. Confermati i risarcimenti alle parti civili, tra cui la moglie di Diene, i figli e altri parenti del senegalese.

La vittima è Idy Diene, 53 anni, venditore ambulante senegalese molto noto a Firenze. La  sua morte è avvenuta a causa dei colpi di pistola all’altezza del torace sparati da Roberto Pirrone. L’uomo era stato subito fermato da una pattuglia dell’Esercito, dichiarando di essere uscito di casa con l’intenzione di suicidarsi a causa dei problemi economici e familiari. Solo in seguito ha deciso di sparare al primo che avesse incontrato. Dai filmati dalle telecamere però si era notato come, prima di aprire il fuoco, Pirrone abbia incrociato diverse persone. L’obiettivo era quello di finire in carcere in modo da liberarsi dalle pressione dei creditori.
avatar