Omicidio Elisa: Zini ha sparato almeno 4 colpi

Elisa Amato Federico Zini
foto tratta da profilo FB

La procura di Pisa conferirà domani l’incarico medico legale per effettuare l’autopsia sul corpo di Elisa. L’esame autoptico servirà a definire modalità e orari dell’omicidio-suicidio e potrebbe essere effettuato già domani o comunque nei primi giorni della settimana

E’ una pistola di fabbricazione ceca calibro 9×21 l’arma con cui Federico Zini ha sparato contro la ex fidanzata Elisa Amato e poi si è suicidato. L’arma è stata trovata nell’auto coi due cadaveri. Secondo i carabinieri di Pisa, Zini avrebbe sparato almeno quattro colpi, forse cinque: esami tecnici e autopsia saranno più precisi su questo punto. Il serbatoio della pistola può contenere almeno 12 colpi. Inoltre, da accertamenti investigativi risulta che Zini avrebbe imparato a usare la pistola in un poligono per il tiro a segno sportivo e la famiglia era al corrente di questa attività del figlio. Infine, gli accertamenti degli inquirenti potrebbero prendere in esame i cellulari dei due ex fidanzati e il traffico di chiamate e messaggi.

La procura di Pisa conferirà domani l’incarico medico legale per effettuare l’autopsia sul corpo di Elisa. L’esame autoptico servirà a definire modalità e orari dell’omicidio-suicidio e potrebbe essere effettuato già domani o comunque nei primi giorni della settimana. E’ inoltre molto
probabile che venga fatta l’autopsia anche sul corpo di Federico Zini,  per ricavare anche da questo tipo di accertamenti più informazioni possibili.

Commenta la notizia

avatar