Nuovo iter per bandi accoglienza a Firenze, previsti 1.500 posti

RICHIEDENTI ASILO

La prefettura di Firenze ha rinnovato i tre bandi di gara per l’affidamento del servizio di accoglienza e assistenza dei richiedenti protezione internazionale: complessivamente si tratta di 1500 posti e la scadenza per presentare le offerte è il 15 luglio.

Come spiega la prefettura in una nota, è stato necessario “indire un nuovo iter concorsuale perché le offerte pervenute sulla base dei precedenti bandi, scaduti l’8 maggio, hanno assicurato la copertura di 285 posti sui 1800 richiesti. Attualmente i servizi di ospitalità sono resi in regime di proroga tecnica”.
Le nuove procedure, si spiega ancora, “mirano alla stipula di accordi quadro con gli operatori del settore, a cui affidare i servizi di prima accoglienza e assistenza presso le strutture di proprietà e/o in disponibilità degli operatori economici che operano nel territorio della Città metropolitana di Firenze, per garantire senza interruzioni l’accoglienza in atto. La
prefettura di Firenze provvede, infatti, alla gestione dell’accoglienza ad oggi di circa 1400 richiedenti asilo ospitati in 133 strutture presenti nell’intera provincia”.
Lo schema di capitolato individua prestazioni e basi d’asta diverse a seconda della dimensione e della tipologia delle strutture destinate all’ospitalità, rimaste distinte come nei
precedenti bandi. I 1500 posti sono così suddivisi: 650 in centri costituiti da singole unità abitative con capienza fino a 50 posti; 450 in centri di accoglienza con capacità ricettiva massima di 50 posti; 400 in centri collettivi con capienza compresa tra 51 e 300 posti. Il periodo di affidamento è due anni dalla stipula dell’accordo quadro, con inizio presunto all’1 ottobre 2019. Il criterio di aggiudicazione è quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

avatar