Nardella su Green Pass: “Serve rigore con dipendenti comunali No vax”

Nardella
©Controradio

Firenze, in un’intervista al Messaggero, il sindaco di Firenze, Dario Nardella ha risposto ad alcune domande su come si comporterà con i dipendenti comunali no vax e quali misure adotterà per implementare l’obbligo di Green pass per i dipendenti di Palazzo Vecchio.

“Rigore con i no vax e disponibilità al confronto con gli scettici – ha detto il sindaco Nardella – Nel Comune di Firenze abbiamo avuto una sola no vax convinta, tuttavia con gli incerti occorre essere persuasivi con il supporto di medici e scienziati”.

“Proprio in queste ore – spiega poi Nardella – sto lavorando con i miei assessori per contattare riservatamente, uno ad uno, una serie di cittadini e dipendenti comunali scettici con i quali io stesso in prima persona aprirò un dialogo”.

“Fin dall’anno scorso agli ingressi delle sedi comunali abbiamo installato sistemi tecnologici per la misurazione della temperatura e la verifica del corretto posizionamento della mascherina e in caso di temperatura superiore a quella consentita il sistema invia un alert alla portineria della sede – risponde poi Nardella alla domanda di Barbara Acquaviti del Messaggero, su come e chi farà il controllo del Green Pass all’ingresso di Palazzo Vecchio – Ritengo che la verifica del possesso del Green Pass possa essere semplicemente fatta adottando lo stesso sistema, ovvero utilizzando una App installata su tablet”.

Nardella spera che i dipendenti comunali accolgano bene l’obbligo di certificato verde, ma in caso di proteste assicura: “Queste situazioni, se si creeranno, andranno affrontate con rigore perché se ci sono delle regole vanno rispettate. In linea di principio ci muoveremo come per la scuola, dove con oltre 800 dipendenti, grazie a comunicazione, persuasione e organizzazione abbiamo avuto solo una criticità. Affronteremo il tema dei 3.800 dipendenti del Comune allo stesso modo”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments