Museo Richard Ginori, in arrivo 5,5 milioni di euro. Montanari: “Gratitudine al ministro Dario Franceschini”

Museo Richard Ginori

Firenze, in arrivo 5,5 milioni di euro per il Museo Richard Ginori della Manifattura di Doccia e 4,5 per il Museo Archeologico Nazionale di Firenze grazie alle risorse per l’annualità 2023 del Piano strategico grandi progetti culturali, istituito con il Dl 83 del 2014, che stanzia oltre 106 milioni di euro a interventi sul patrimonio culturale e all’acquisizione di beni immobili al patrimonio dello Stato.

Lo rende noto il ministero della Cultura spiegando che è stata approvata la programmazione dell’annualità 2023 delle risorse del fondo istituito con il decreto Art Bonus. “Il Piano strategico grandi progetti culturali – commenta il ministro Dario Franceschini – si arricchisce di ventotto nuovi progetti e acquisizioni in tutta Italia, con risorse aggiuntive per ulteriori 106 milioni di euro che verranno destinati al recupero e alla valorizzazione di monumenti e siti archeologici, oltre che all’avvio della digitalizzazione degli archivi audiovisivi della Rai. Prosegue così quell’impegno forte e deciso del ministero della Cultura nei confronti del patrimonio culturale nazionale che costituisce ormai un dato consolidato dell’azione di governo e una leva fondamentale della politica economica italiana”. Riguardo al Museo Ginori, i 5,5 milioni di euro sono destinati al restauro e al nuovo allestimento della struttura.

“Si prevede di intervenire in maniera integrale sull’edificio e sulle sue parti annesse – spiega una nota del Mic -. Nello specifico, il progetto architettonico ed espositivo prevede una riorganizzazione e ampliamento degli spazi di accoglienza e di servizio per i visitatori, collocati al piano terra, un incremento dell’offerta di servizi, una riorganizzazione dell’intero percorso museale ed espositivo, realizzando nuovi camminamenti, una nuova sequenza di sale tematiche e didattiche, nonché provvedendo ad abbattere le più serie barriere architettoniche attualmente presenti”.

Per l’Archeologico il progetto preliminare “prevede il restauro, il riadeguamento e la messa a norma degli spazi architettonici, la riqualificazione funzionale dell’ala sulla piazza Santissima Annunziata, con i nuovi servizi per i visitatori e il pubblico, il nuovo allestimento dei due grandi spazi monumentali (Salone del Nicchio e manica del cosiddetto ex-topografico), la riqualificazione e il nuovo allestimento degli spazi dell’ala Crocetta”.

“Gratitudine al ministro Dario Franceschini”, è stata espressa dal presidente della Fondazione Museo Archivio Richard Ginori della Manifattura di Doccia Tomaso Montanari, “per aver mantenuto così prontamente la promessa che aveva fatto e l’impegno che aveva assunto il 16 maggio durante la conferenza stampa al Mic e per aver accolto pienamente la richiesta che avevo presentato di finanziare anche il restauro del primo piano del Museo, consentendoci di avere il budget necessario al suo recupero integrale”.

“Oltre al restauro dell’edificio, il finanziamento – aggiunge Montanari – permetterà di realizzare il nuovo allestimento che sarà compito precipuo della Fondazione. Lavoreremo insieme al dottor Stefano Casciu e alla Direzione regionale dei Musei della Toscana per completare i lavori nel minor tempo possibile. La Fondazione farà fino in fondo la sua parte”.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments