Mezzi elettrici: Nardella a case automobilistiche, “prezzi alti, fate sforzo per incentivare acquisto”

mezzi elettrici

“Faccio un appello a tutte le compagnie automobilistiche: fate uno sforzo sul piano economico per dare ai cittadini la possibilità di accedere all’acquisto di un veicolo elettrico, che oggi non è ancora competitivo dal punto di vista del prezzo”. Lo ha detto Dario Nardella, sindaco di Firenze, all’inaugurazione di ExpoMove, fiera della mobilità
elettrica e sostenibile.

“Noi sindaci – ha affermato – dobbiamo fare di tutto per mettere in campo infrastrutture come ha fatto Firenze; le case automobilistiche devono fare altrettanto per rendere competitiva dal punto di vista dei listini le auto; il governo, invece di presentare ecotasse, metta in campo un piano strategico come mai è stato visto di investimenti sulle infrastrutture per la mobilità elettrica in tutto il paese”.
Nardella ha ricordato che a Firenze “abbiamo un punto di ricarica ogni ogni quattromila abitanti, abbiamo sei punti di Fast recharge che ci consentono di alimentare una flotta di taxi tutta elettrica, e abbiamo anche la più alta percentuale di veicoli elettrici in rapporto agli abitanti”.

Per quanto riguarda il rafforzamento della Ztl a Firenze, “sul modello dei due anni precedenti il tavolo si riaprirà proprio in questi giorni: c’è piena disponibilità a venire incontro ai residenti, anche in accordo con i commercianti, sulla base di soluzioni pragmatiche”. Lo ha detto il sindaco dicendosi convinto che la Ztl studiata e governata in un certo modo non crei danno ai commercianti, ma anzi porti qualche vantaggio in termini di qualità della vita, di riduzione del traffico, e di uso efficace dei parcheggi. Ribadendo che finché sarà sindaco “la Ztl rimarrà un punto centrale delle politiche della mobilità nella nostra città: quindi confermiamo la Ztl annuale, confermiamo la Ztl estiva che è già entrata in vigore”.

A Firenze c’è “un piano che noi stiamo studiando” per “consentire l’accesso nel centro storico soltanto a veicoli merci commerciali elettrici“, in aggiunta al già annunciato ‘Scudo verde’ per limitare l’accesso di veicoli inquinanti, mezzi ingombranti e bus turistici. Lo ha annunciato Nardella confermando quanto anticipato ai microfoni di Controradio dall’assessore Giorgetti nelle scorse settimane.

“Questo vale per Firenze – ha aggiunto – e può valere per tutti i centri storici delle grandi città italiane, perché grazie al progresso tecnologico ormai possiamo avere anche
veicoli commerciali a batteria, anche se hanno a bordo dei sistemi di refrigerazione: quindi non solo mobilità privata ma anche mobilità commerciale”. Nardella ha citato anche l’apporto della mobilità elettrica privata, e del Tpl elettrico. “Credo – ha concluso – che in un piano nazionale del governo, in accordo con le città, si possa certamente anche prevedere un capitolo dedicato alla mobilità nei centri storici, cosa che noi a Firenze già stiamo sperimentando peraltro”

avatar