Mercafir: Unipol ricorre al Tar, Del Re “Andiamo avanti”

Mercafir

L’assessora Del Re (Ubanistica)”Andiamo avanti su questa strada – aggiunge Del Re – non solo per il nuovo impianto sportivo ma anche perché comunque il centro alimentare polivalente ha bisogno di nuove strutture

Ricorso al Tar da parte di Unipol contro la variante appena approvata in Comune, a Firenze, che prevede l’impianto sportivo a sud dell’area Mercafir e a nord il mercato. Come riporta Repubblica Firenze il ricorso è firmato da Nit, Nuove iniziative toscane, società che fa capo a Unipol e proprietaria dei terreni di Castello, quelli dove Palazzo Vecchio, quando alla Fiorentina c’era Della Valle, aveva previsto la realizzazione del nuovo mercato ortofrutticolo. Nel ricorso, secondo quanto riporta il quotidiano, Nit contesta al Comune “l’assenza di giustificazione motivate” per il trasferimento del mercato ortofrutticolo da Castello al comparto nord della Mercafir “con conseguente danno economico”.

Per questo Unipol chiede l’annullamento della delibera con cui è stata adottata la nuova variante dello stadio. “Andiamo avanti forti delle nostre ragioni, che abbiamo espresso in risposta alle osservazioni all’interno della delibera che lunedì andrà avanti in Consiglio comunale. Poi c’è una giustizia e questa farà il suo corso”. Lo ha detto l’assessore all’urbanistica del Comune di Firenze Cecilia Del Re, a margine di una conferenza stampa a Palazzo Vecchio, rispondendo ad una domanda sul ricorso di Unipol contro la variante per la Mercafir.

“Andiamo avanti su questa strada – aggiunge Del Re – non solo per il nuovo impianto sportivo ma anche perché comunque il centro alimentare polivalente ha bisogno di nuove strutture e quindi questa variante ci permette di realizzare il nuovo centro alimentare polivalente nel comparto nord” e anche “perché è un settore della nostra economia importantissimo per quella azienda e per tutto l’indotto e diamo seguito alla previsione urbanistica già presente dal 2012 e rimasta inalterata salvo che per le condizioni a contorno oggetto della delibera di lunedì”. Del Re ha chiarito che Unipol ha depositato osservazioni “a cui il Comune di Firenze ha già risposto all’interno della delibera che sarà discussa in Consiglio comunale” e che ha anche “presentato il ricorso con le stesse motivazioni.

Non è il primo ricorso che Unipol fa su tutta la questione legata all’impianto sportivo. La delibera del 2018, del Pue Castello, è una delibera con cui il Comune di Firenze, insieme alla precedente proprietà della Fiorentina, avviava un ulteriore percorso seguendo quella che era l’indicazione della Fiorentina di voler utilizzare l’intera area Mercafir. Era una delibera che però non eliminava la previsione del piano urbanistico. Non è stata avanzata una richiesta di sospensiva, quindi l’udienza di merito deve essere fissata”. Del Re ha poi ribadito che “sul fronte Mercafir il masterplan è quasi pronto” e sarà presentato “agli operatori i primi di febbraio”.

Intervista di Raffaele Palumbo all’assessora Del Re

avatar