Mascherine a domicilio, bravo al Comune di Impruneta

mascherine

Impruneta, subito prima delle feste di Pasqua i cittadini del Comune di Impruneta hanno trovato alla loro porta una busta di plastica ecologica, con tanto di nome e cognome del capofamiglia, con dentro un assortimento gratuito di mascherine sanitarie.

“Mascherine: 2 mascherine monouso a persona – 1 mascherina a persona in stoffa impermeabile sterilizzabile multiuso, non traspirante e non dispositivo medico chirurgico (mascherina protezione vie aeree)”, dice un biglietto che il Comune dell’Impruneta ha avuto la cura di accludere all’interno della busta.

Le mascherine ‘non chirurgiche’ sono singolarmente contenute in delle graziose scatoline di cartoncino, recanti la scritta “Luxury Mask” sponsorizzate www.myvintageaccademy.com e sono state donate dalla ditta ‘Giorgio linea’ delle Cascine del Riccio, nella figura di Barbara Ricchi. Una x ogni residente del comune quindi 15.000 pezzi.

Da un breve scambio di messaggi con il sindaco dell’Impruneta, Alessio Calamandrei, apprendiamo che la consegna delle mascherine era già stata programmata da qualche giorno, ma che è stata accelerata dall’entrata in vigore dall’ordinanza della Regione Toscana e poi del Governo.

Il lavoro di confezionamento delle buste è stato fatto da volontari in due posti, al Palazzetto Comunale di Impruneta, dove ha smistato le mascherine la Protezione Civile della Misericordia di Imprunetaa ed i volontari della Casa del Popolo di Impruneta, ed alla palestrina della Pubblica Assistenza di Tavarnuzze, dove ha lavorato la Protezione civile della Pubblica Assistenza.

La consegna poi, è avvenuta tramite operai del Comune, Protezione Civile della Misericordia e della Pubblica Assistenza, volontari della Casa del Popolo di Impruneta, volontari dei circoli del Ferrone, Falciani e Bagnolo.

Grazie al Comune dell’Impruneta ed a tutti coloro hanno partecipato a questo buon servizio per la comunità!

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments