Manifestazione lavoratori dello spettacolo domenica a Firenze

Foto Controradio

Lavoratori del mondo della cultura e dello spettacolo in piazza a Firenze domenica 7 febbraio per una ‘manifestazione artistica popolare’ che vuol testimoniare la situazione di disagio economico del settore causata dalla pandemia.

L’appuntamento, dal titolo ‘L’arte è vita’ e organizzato da Il Fuoco di Firenze, è in piazza Santissima Annunziata, dalle 14, e vedrà l’esibizione, gli interventi e le testimonianze di cantanti d’opera, rapper, attori, agenti del mondo culturale, ballerini e musicisti.
In piazza, spiega una nota, ci sarà anche l’avvocato Mauro Sandri, autore del ricorso al Tar del Lazio in opposizione ai recenti Dpcm che sarà discusso il prossimo 10 febbraio, e anche “attivisti e cittadini che in questi mesi hanno instancabilmente avversato le scelte governative in materia di distanziamento sociale e di scelte terapeutiche e di prevenzione al Covid”.
Di seguito il testo del comunicato diffuso per la manifestazione:
Un appello agli artisti (reperibile on line a https://www.marciadellaliberazione.it/larte-e-vita/ ) è stato lanciato nei giorni scorsi e numerose sono state le adesioni. A Firenze, il ‘Fuoco’ locale – già organizzatore delle manifestazioni fiorentine del 14 dicembre e del 17 Gennaio – ha deciso di aderire all’evento chiamando a raccolta artisti e intellettuali in piazza Santissima Annunziata il 7 Febbraio. La manifestazione fiorentina prevede l’esibizione di cantanti d’opera e rapper, di attori, di jazzisti, di agenti del mondo culturale, di musicisti e di ballerini che si alterneranno in piazza per portare, con le loro esibizioni artistiche e con la loro parola, la testimonianza di un mondo dell’arte che non si arrende al silenzio e all’inaccettabile condizione di miseria economica in cui sono costretti dal distanziamento sociale e dai lockdown. Con loro ci sarà l’avvocato Mauro Sandri – autore del ricorso al TAR del Lazio in opposizione ai recenti DPCM che sarà discusso il prossimo 10 Febbraio – e naturalmente gli attivisti e i cittadini che in questi mesi hanno instancabilmente avversato le scelte governative in materia di distanziamento sociale e di scelte terapeutiche e di prevenzione al Covid.
Con profonda tristezza e preoccupazione, il fuoco di Firenze rileva e denuncia all’opinione pubblica come molti artisti abbiano in quest’occasione preferito “non esporsi” per timore di rappresaglie da parte dei committenti abituali dei loro show, spesso rappresentati dall’Ente Pubblico. La paura di non poter lavorare in futuro per aver espresso in piazza la propria opinione è un sentimento che non dovrebbe trovare spazio in terra Toscana e invece siamo costretti a denunciarlo e ad interrogarci con preoccupazione sulla democraticità del sistema culturale locale.
La scaletta delle esibizioni prevede: Alice Gabbiani – Violoncellista EIICI SAN – Rapper Elena Cecchi Fedi – Soprano Rubio Tango – Scuola di ballo Virgilio Evangelisti – Sassofonista e altri ancora con gi interventi di: Antonello Cresti – Musicologo Giulietta Paolinelli – Distribuzione Cinema Mauro Sandri – Avvocato Paolo Sensini – No Paura Day, Cesena
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments