Maltempo: Confartigianato Toscana, no blocchi preventivi tir 

tir

“No ai blocchi preventivi dei tir in attesa della neve”. E’ la presa di posizione di Confartigianato trasporti della Toscana che, in una nota, rileva come la regione nella “parte alta è bloccata” e che “centinaia di aziende stanno perdendo ore e fatturati di lavoro per questo blocco senza giustificato motivo”.

La decisione di fermare i mezzi pesanti, si ricorda, è stata presa dai prefetti in via precauzionale, per le previsioni di abbassamento delle temperature e probabilità di nevicate e gelate. Una “sospensione che metterà in forte difficoltà gli autotrasportatori, soprattutto se dovesse proseguire anche durante la settimana, creando problemi all’intera filiera logistica ed alle categorie economiche interessate dalla mobilità delle merci”, afferma Roberto Tegas, presidente di Confartigianato trasporti Toscana e vice presidente nazionale.
Si osserva inoltre che che il comunicato di viabilità Italia annuncia per il 26 e 27 febbraio nevicate nella fascia adriatica, fino a sud, mentre al nord e nella fascia tirrenica è previsto sole con temperature inferiori allo zero; per il 28 febbraio e l’1 marzo previsto l’arrivo di una nuova perturbazione, con altre nevicate. “E’ necessario utilizzare tutta la prudenza del caso, ma non si comprende perché, in prossimità di maltempo e neve, si scelga come soluzione quella di bloccare i tir – continua Tegas – anziché garantire la loro circolazione attraverso manutenzione preventiva, pulizia costante del manto stradale e salatura a carico dei gestori autostradali che anche quest’anno hanno attuato i soliti aumenti dei pedaggi, e permettere alle imprese di autotrasporto di svolgere il proprio lavoro”.
avatar