Maggio musicale fiorentino: Chiarot , piano ‘acchiappa spettatori’

Chiarot

Oggi il sovrintendente del Maggio musicale fiorentino Cristiano Chiarot ha annunciato il via ad un grande progetto di avvicinamento a tutte le possibili categorie di potenziale pubblico per il teatro.

Chiarot ha anche preannunciato un’ampia e variegata offerta di nuovi abbonamenti per svariate tipologie di spettatori con esigenze ed interessi diversi. Una misura questa, che “fa parte – ha spiegato – del piano che stiamo per lanciare con l’obiettivo di portare il Maggio ovunque e portare al Maggio chiunque possa possedere interesse verso le tante attività ed iniziative che qui si mettono in campo”.

Una tappa importante sarà “il riavvicinamento del giro e del pubblico internazionale, andandoci a presentare in molte città europee, e non solo le capitali; inoltre, a settembre incontreremo a Milano i grandi operatori turistici, per capire se esiste la possibilità di accordi e sinergie, e ci rimetteremo in gioco con i territori, fiorentino e toscano, con le trasferte del Maggio che tanto successo hanno avuto lo scorso anno”.

Un altro fronte, su cui proseguire “perchè sta dando ottimi risultati”, è quello delle iniziative per le scuole e gli studenti, dei quali , aggiunge però Chiarot, “vogliamo stimolare ulteriormente la continuità nella partecipazione agli eventi”.

Risolto, “almeno in parte”, sottolinea il sovrintendente, “il problema della ricapitalizzazione, e, messa a posto la programmazione dei prossimi due anni, il momento di crisi è alle spalle. Adesso che siamo in possesso del minimo di ottimismo necessario per poter guardare costruttivamente al futuro, la nostra missione principale sarà risvegliare l’interesse del pubblico”.

avatar