Livorno: nas chiude due mense scolastiche per gravi carenze igieniche

Sono due le mense scolastiche a Livorno finite nel mirino dei carabinieri del Nas, per gravi carenze igieniche.

A livorno nel mese di ottobre è stato sanzionato il responsabile di un centro cottura per la preparazione dei pasti per le scuole di un comune per aver mantenuto il deposito alimenti e il magazzino dove venivano consevati materiali e oggetti a contatto di alimenti (utensili, stoviglie da cucina, involucri) in carenti condizioni igienico-strutturali. Per questa mensa è stata disposta la sospensione. Mentre a novembre una cooperativa che gestisce un centro cottura per la preparazione dei pasti delle scuole è stata sospesa per aver mantenuto i locali dell’attività in pessime condizioni igienico-strutturali.

I controlli sono stati effettuati nei mesi scorsi dal comando per la tutela della salute insieme al ministero della Salute, che dall’inizio dell’anno scolastico ha svolto in tutt’Italia un monitoraggio sui servizi di ristorazione nelle scuole di ogni ordine e grado. Su 224 mense ispezionate in tutta Italia, sette sono state chiuse per la grave situazione igienico-strutturale rilevata. In tre mesi sono state elevate sanzioni per oltre 576 mila euro e sequestrate due tonnellate di alimenti: pesci, carni, formaggi, frutta, verdura, olio, pane, tutti prodotti privi di indicazioni di tracciabilità e provenienza, trattenuti in ambienti inadeguati, spesso scaduti.

“Cibi scaduti, gravi carenze igieniche, perfino topi e parassiti vari: un film dell’orrore – ha dichiarato la ministro della Salute, Giulia Grillo – Come madre e come ministro mi indigna pensare che sulle tavole dei nostri figli, a scuola, possano finire escrementi, muffe o alimenti di dubbia origine.Oggi chi lavora nel settore delle mense sa benissimo che vi sono regole chiare da seguire e tutti i mezzi possibili per garantire tracciabilità, igiene e correttezza di conservazione degli alimenti.”

“Per questo non possiamo permettere il menefreghismo di chi stipula contratti ben precisi e poi fa il furbo o peggio. A maggior ragione quando è in gioco la salute dei più piccoli e vulnerabili: i bambini. Grazie ai nostri Carabinieri del Nas per l’ottimo lavoro e per la grande dedizione e scrupolosità con cui effettuano le ispezioni. A loro va la mia totale gratitudine e quella di tutti i genitori”, conclude Giulia Grillo.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments