Leggi razziali: Pisa; 40mila libri per non dimenticare

università Pisa cern

Saranno in tutto 40 mila i libri che l’Università di Pisa ha già cominciato a distribuire nelle scuole secondarie della provincia di Pisa per ricordare l’ottantesimo anniversario dalla firma delle leggi razziali.

L’iniziativa, in accordo con l’Ufficio scolastico provinciale, è nata nell’ambito di San Rossore 1938, la rassegna voluta dall’ateneo pisano in collaborazione con le scuole pisane e l’Imt di Lucca, con l’adesione di Ucei e Crui. Sono due libri che andranno ai circa 17mila studenti delle scuole superiori, mentre per le scuole medie la distribuzione sarà per classi: ‘Fuori da scuola’ racconta la storia di studenti e docenti ebrei pisani allontanati dalle aule e ‘Una giornata particolare’ documenta la cerimonia del ricordo e delle scuse del 20 settembre in ateneo con gli interventi del rettore Paolo Mancarella, Noemi Di Segni, Liliana Segre e i messaggi del Quirinale, del Miur e della scrittrice Helena Janeczek.

Alle pubblicazioni distribuite nelle scuole se ne aggiungono altre tre, nate nell’ambito di San Rossore 1938: ‘Diario di un’infamia’ di Bruno Manfellotto e Fabio Demi in cui attraverso alcune storie pisane si racconta la genesi delle leggi razziali, ‘Campioni di altruismo’ di Alfredo De Girolamo con le storie dei Giusti tra le nazioni toscani, persone non ebree che hanno contribuito a salvare vite di ebrei durante la persecuzione, e ‘Due anniversari’ che sarà distribuito come strenna natalizia dell’ateneo pisano e in cui si ricordano il 70/o della Costituzione e l’80/o delle leggi razziali.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments