Mar 16 Apr 2024

HomeToscanaCronacaLe manifestazioni dopo le cariche, Pisa  e Firenze tornano in piazza

Le manifestazioni dopo le cariche, Pisa  e Firenze tornano in piazza

Le manifestazioni dopo le cariche, Firenze e Pisa tornano in piazza – Due i cortei previsti. A Pisa  il corteo raggiungerà piazza dei Cavalieri, a Firenze inizierà sotto l’ambasciata americana. Dirette nel pomeriggio su Controradio. Intanto i poliziotti che il 23 febbraio erano in servizio in divisa e casco nella città della Torre Pendente si sono auto-identificati. Un gesto per farsi individuare e la questura ha trasmesso gli atti all’autorità giudiziaria che indaga sugli incidenti di piazza.

Alla questura di Pisa è arrivato ieri il preavviso da parte del Coordinamento degli studenti Medi. Sono attesi migliaia di partecipanti. Collettivi studenteschi e antagonisti ribadiranno la richiesta di “dimissioni del questore dopo i fatti di 7 giorni fa”. La comunicazione formale mandata alla questura indica il percorso attraverso il centro. Partenza dalle ore 14 in piazza Vittorio Emanuele, itinerario fino a piazza dei Cavalieri, davanti alla Normale. L’accesso a questa piazza di arrivo fu negato sette giorni fa. Aderisce anche il sindacato dei docenti Gilda. Più tardi a Firenze  nuova manifestazione per la Palestina – partenza ore 18 -, preavvisata da giorni alla questura dai Cobas al Consolato degli Stati Uniti in lungarno Amerigo Vespucci. Secondo il programma, concentramento dei manifestanti e partenza saranno da lungarno Vespucci, nei pressi del consolato Usa. Poi il corteo sfilerà sullo stesso lato in lungarno Corsini, supererà Ponte Santa Trinita, dunque piazza Frescobaldi, via Maggio, via Michelozzi e piazza Santo Spirito.

I sedici poliziotti delle due squadre dell’8° Reparto mobile di Firenze si sono autoidentificati, compresi coloro che sono stati ripresi dai video video mentre alzano i manganelli contro alcuni studenti minorenni. Al momento il fascicolo di Pisa, così come anche quello analogo di Firenze per i disordini davanti al consolato Usa lo stesso giorno, è senza indagati e proseguono gli accertamenti in base a video, relazioni di servizio e prime informative. Sono arrivate inoltre alle due procure le denunce da parte delle questure per resistenza a pubblico ufficiale contro quattro manifestanti a Pisa e cinque a Firenze. Non è detto che tali denunce confluiscano nei rispettivi fascicoli aperti sulle cariche del 23 febbraio, ma potrebbero dare luogo a inchieste parallele.

La sigla Coisp, Coordinamento per l’indipendenza sindacale delle Forze di polizia, ha segnalato 12 casi di bullismo nei confronti di figli di agenti, in superiori di Firenze, Pisa e altre città, due anche in medie inferiori.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"