Lavoro: due morti in un solo giorno in Toscana

lavoro

A Pietrasanta la prima morte sul lavoro: un uomo muore travolto da due lastre di marmo, poco dopo a Castiglion Fiorentino un’altra vittima, stava tagliando un ramo ed è caduto

Incidente mortale sul lavoro a Pietrasanta (Lucca) in un laboratorio di marmo. Secondo una ricostruzione un addetto, tra i 50 e i 60 anni di età, è rimasto travolto da due lastre di marmo in una ditta sulla via Aurelia. Sul posto l’automedica del 118. Intervenuti anche gli operatori della Prevenzione Igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro della Asl (Pisll), oltre alle forze dell’ordine per gli accertamenti del caso.

Si chiamava invece  Giuseppe Zizzo ed aveva 73 anni l’uomo morto dopo un volo di sei metri mentre stava sistemando una pianta all’interno di un cortile di pertinenza di un’azienda agricola di Castiglion Fiorentino (Arezzo). Zizzo, palermitano, trascorreva lunghi periodi di vacanza a Cas

Castiglion Fiorentino in una casa che si trova proprio vicina all’azienda agricola dove è accaduto l’incidente. La dinamica dell’accaduto non è sembrata chiara al pm di turno Elisabetta Iannelli che ha disposto l’intervento, accanto a carabinieri e polizia municipale, degli ispettori della Asl al fine di chiarire se si sia trattato di un infortunio sul lavoro.

Il 73enne, vicino di casa del titolare dell’azienda, si trovava proprio nel perimetro della stessa a potare una pianta. Gli ispettori della Asl hanno effettuato una serie di rilievi e raccolto, insieme a carabinieri e agenti della municipale, testimonianze per capire come siano andate esattamente le cose. Non è neppure escluso che a determinare la caduta del 73enne possa essere stato un malore. In questi anni l’uomo aveva stretto molte amicizie a Castiglion Fiorentino, la sua morte ha provocato dispiacere e sconcerto.

A seguito di qeuste due morti, il  Consiglio regionale della Toscana convocherà i responsabili sicurezza e prevenzione per la sicurezza nei luoghi di lavoro delle Asl. Lo annuncia il presidente dell’Assemblea Antonio Mazzeo appresa la notizia di due nuovi incidenti mortali sul lavoro in Toscana. “Oggi dobbiamo registrare la terribile notizia di due altre persone morte mentre stavano lavorando – sottolinea Mazzeo in una nota -. Un operaio schiacciato da due lastre di marmo a Pietrasanta e un agricoltore caduto da un albero in provincia di Arezzo. Ieri era morto un marittimo a Livorno, tranciato da un cavo”.

Mazzeo ricorda che “dalla fine di agosto stiamo già contando cinque morti. È un elenco lungo, interminabile e inaccettabile e per fermare questa strage le parole non bastano più. Rischiano di essere vuota retorica rispetto a chi la mattina si sveglia per andare a lavorare e la sera non tornerà a casa dalla sua famiglia”. Mazzeo spiega che in accordo con il presidente della commissione sanità del Consiglio, Enrico Sostegni, “è stato deciso di convocare immediatamente in commissione i dirigenti responsabili dei servizi di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro delle Asl e gli assessori competenti in materia al fine di conoscere la situazione e di approntare tutte le azioni necessarie”. “Voglio a nome mio personale e di tutto il Consiglio regionale inviare le condoglianze alle famiglie delle vittime e ai loro compagni e compagne di lavoro”

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments