Infrastrutture, Regione Toscana: 4 mln per sicurezza stradale

Grazie al bando 2019 per la sicurezza stradale della Regione Toscana saranno finanziati con 4 milioni di euro 52 interventi in ambito urbano, 12 su strade regionali (per 1,2 milioni) e ben 40 (per circa 2,8 milioni) su strade comunali, provinciali o nazionali.

Al bando hanno partecipato 73 soggetti: è previsto il cofinanziamento fino a 120mila euro su progetti di sicurezza stradale per prevenire gli incidenti, regolare il traffico, riqualificare il sistema viario, creazione percorsi e corsie preferenziali per bici e pedoni.

“La sicurezza stradale è una strategia sulla quale lavoriamo con convinzione e continuità”, ha affermato l’assessore regionale a Infrastrutture e trasporti, Vincenzo Ceccarelli, ricordando che “tutti gli anni, nonostante le difficoltà ben note dei bilanci pubblici, la Regione è riuscita a finanziare interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sulla viabilità regionale, nonché interventi di eliminazione di punti critici anche su quella comunale, provinciale e addirittura statale, purché urbana”

“Attenzione agli stili di vita, attenzione alla cultura del rispetto delle regole, perché se chi si mette alla guida è ubriaco o non rispetta per niente i limiti di velocità non c’è infrastruttura che tenga, la sicurezza stradale è a rischio – continua Ceccarelli – Siamo fortemente motivati e convinti che salvare una vita, evitare un incidente, sia un obiettivo fondamentale anche di impegno civile oltre che istituzionale”, ha spiegato Ceccarelli, secondo cui “l’esodo estivo è anche il momento dove uno rischia di liberarsi un po’ dei suoi pensieri e magari concedere qualcosa di troppo allo svago e alla disattenzione. Le strade durante gli esodi estivi sono maggiormente frequentate, sono intasate, e quindi l’attenzione è d’obbligo e forse è richiesta più di sempre per potersi godere la vacanza”

“Ascoltando le informazioni mi sono accorto che anche nell’ultimo week-end la Fi-Pi-Li con il cantiere non era sicuramente la strada dove c’erano i maggiori accumuli di traffico, che purtroppo sono anche fisiologici nel momento in cui ci sono gli esodi da e per il mare. Quei lavori – ha ribadito – sono lavori importanti, fondamentali, necessari per evitare anche rischi per quanto riguarda la sicurezza stradale e quindi l’incolumità dei viaggiatori”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments