Gio 18 Apr 2024

HomeToscanaCronacaImbrattato Palazzo Vecchio, Nardella: "Ho agito d'istinto"

Imbrattato Palazzo Vecchio, Nardella: “Ho agito d’istinto”

Firenze, sulla sua pagina ufficiale Twitter, il sindaco di Firenze, Dario Nardella, torna a parlare del blitz degli ambientalisti che, come testimoniano una serie di video ormai diventati virali su tutti i social e principali emitenti televisive nazionali, hanno imbrattato Palazzo Vecchio con vernice arancione e della sua reazione per bloccarli insieme ai vigili urbani.

“Ho usato espressioni forti perché ieri, come molti in piazza della Signoria, ero allibito e arrabbiato – scrive Nardella descrivendo le sue emozioni allorché aveva visto Palazzo Vecchio imbrattato – da uomo delle istituzioni non avrei dovuto rivolgermi in quel modo nei confronti del ragazzo. Ho agito d’istinto”.

“Come sindaco amo non solo con la testa ma con il cuore Firenze – spiega ancora Nardella – e questa volta è prevalso il cuore, è prevalsa la reazione d’impulso. L’istinto di un padre o madre di famiglia che ha pensato solo a difendere la casa di tutti, Palazzo Vecchio. Il mio è stato un gesto d’interdizione per bloccare l’azione vandalica e limitare al massimo il danno. Ho vissuto quella violenza come uno sfregio alla nostra storia, alle nostre radici”.

Per il sindaco, “anche la più condivisibile battaglia, come quella sull’emergenza climatica, non può essere condotta attaccando il patrimonio di tutti. Cura del pianeta e cura dell’arte sono due capisaldi della nostra esistenza”.

Nardella si rivolge poi agli attivisti di Ultima Generazione ai quali dice che “la loro frustrazione è più che legittima. Sono padre di tre figli e come tale vorrei lasciare loro un mondo più sostenibile e giusto. Ma i sindaci e gli amministratori sono i primi interlocutori di un cambiamento vero. Ieri abbiamo bloccato la protesta ma non abbiamo bloccato il desiderio di proteggere il pianeta che ci ospita. Sono convinto che non servano azioni eclatanti, individuali, divisive, ma battaglie largamente condivise e politiche drastiche dei governi che si possano riflettere nelle città che amiamo e viviamo ogni giorno”.

Rock Contest 2023 | La Finale

"Prenditi cura di me"