Grosseto, in partenza per l’Ucraina quarto tir di aiuti: direzione Lutsk

grosseto Lutsk
Foto d'archivio

Partirà nelle prossime ore, diretto alla città di Lutsk, nella zona nord-occidentale dell’Ucraina, a circa 400 km dalla capitale Kiev, il quarto tir di aiuti raccolti sul territorio di Grosseto.

Da Grosseto non si fermano gli aiuti al popolo ucraino. Un quarto tir è in partenza nelle prossime ore diretto nella città di Lutsk, nella zona nord occidentale del Paese. Negli scorsi giorni a Lutsk sono piovute le bombe della Russia che hanno messo fuori gioco un importante base aerea.

Il mezzo è stato caricato al centro raccolta della parrocchia dell’Addolorata. Il carico comprende prevalentemente medicinali e cibo a lunga conservazione. E’ stato don Vitaliy Perih, il sacerdote ucraino che opera a Grosseto, a contattare il vescovo greco-cattolico di Lutsk per verificare che vi fosse lì la possibilità di ricevere aiuti. Le condizioni c’erano e dunque il tir si dirigerà in questa città, che è una delle più antiche dell’Ucraina.

“Ogni viaggio coi Tir è una sfida – dice don Vitaliy – perché il rischio che sia intercettato e dato alle fiamme è molto alto. Per questo stiamo cercando di mandare questi mezzi in città un po’ più preservate dalla guerra, così che, una volta arrivati gli aiuti, le comunità del posto possano distribuire gli aiuti dove c’è più bisogno viaggiando con auto o piccoli pulmini” in territorio ucraino. La chiesa di Grosseto porta avanti raccolta e spedizioni: si ribadisce che ciò che ora viene raccolto sono solo cibo a lunga conservazione, medicine e prodotti per l’igiene.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments