“Grazie Firenze”: comunità Ucraina con Angeli del Bello a pulire P.le Michelangelo

Angeli del Bello

Accadrà sabato 7 maggio: l’appuntamento, si spiega dagli Angeli del bello, aperto a tutti, è alle 10 in P.le Michelangelo”per una mattinata di cooperazione, volontariato e buone pratiche”.

La comunità ucraina a fianco degli Angeli del bello per ‘ringraziare’ Firenze dell’ospitalità ricevuta in questo difficile momento partecipando all’intervento di pulizia a piazzale Michelangelo.

Accadrà sabato 7 maggio: l’appuntamento, si spiega dagli Angeli del bello, aperto a tutti, è alle 10 “per una mattinata di cooperazione, volontariato e buone pratiche”. Dopo le dichiarazioni a mezzo stampa, la referente del consolato onorario d’Ucraina a Firenze, Oxana Polataitchouk, si spiega ancora dagli Angeli del bello, “ha contattato la Onlus fiorentina, che conta ormai oltre 3.500 volontari iscritti, per attuare il desiderio della comunità e dimostrare riconoscenza per quanto il capoluogo toscano sta facendo per loro, curando la bellezza della città”.

“Ci piacerebbe renderci utili facendo tornare a splendere una parte della città – aveva a suo tempo dichiarato Oxana Polataitchouk, facendosi portavoce delle centinaia di persone sono fuggite dalle bombe ed hanno trovato ospitalità a Firenze -. Possiamo fare tutto, dal ripulire una piazza, al piantare fiori in un’aiuola, dal curare l’argine del fiume, all’imbiancare un muro imbrattato. L’essenziale è fare in modo che si percepisca l’immensa gratitudine che proviamo nei confronti dei fiorentini e dei toscani”.

La Fondazione degli Angeli del Bello, accogliendo di buon grado l’input della comunità Ucraina ha organizzato l’evento di sabato, aperto a “chiunque abbia voglia di prendersi cura di Firenze, una città che sta dimostrando una forte organizzazione in termini di accoglienza. Nella mattinata alle attività di micropulizia dell’area da svolgere in tutta sicurezza” saranno “affiancate azioni di cura delle aiuole del piazzale e pulizia delle scalinate”. “In un momento così delicato e triste l’impegno delle persone ucraine per Firenze, una città del mondo, è una cosa bellissima” le parole del presidente della Fondazione, Giorgio Moretti

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments