Giornata Europea della Cultura Ebraica, il Live su Controradio

Oggi 6 settembre, nel giardino della sinagoga di Firenze la “Giornata Europea della Cultura Ebraica”.

Tema “percorsi”, fra letteratura, religione, storia e scienza. Incontri, degustazioni, musica e parole dalle undici di mattino fino a sera! Spettacolo conclusivo con Ottavia Piccolo e l’Orchestra Multietnica di Arezzo.

Programma completo e prenotazione per le degustazioni su www.balagancafe.it.
Diretta radiofonica su Controradio e in video EDO su Facebook, YouTube e controradio.it, con collegamenti con le comunità ebraiche toscane di Livorno, Pisa e Siena. Conduce Raffaele Palumbo.

“Sono orgogliosa di poter inviare, da ministro dell’Interno, un messaggio di saluto e di augurio in occasione della XXI Giornata europea della cultura ebraica che si celebra oggi, 6 settembre, con l’adesione di 30 città europee e di 90 località italiane”. Con queste parole la titolare del Viminale Luciana Lamorgese partecipa idealmente alla manifestazione promossa in Italia dall’Unione delle Comunità ebraiche italiane (Ucei) per far conoscere e condividere percorsi e luoghi “che compongono il prezioso patrimonio culturale e artistico che fa capo alle principali comunità ebraiche”.
Un’ “occasione di incontro e condivisione – spiega la ministra – rinnovata di anno in anno grazie all’impegno intelligente e costante nel nostro Paese dell’Unione della
comunità ebraiche italiane” che insieme alle comunità locali racconta attraverso eventi su tutto il territorio nazionale – nel rispetto delle restrizioni imposte dall’emergenza Covid-19 –
gli itinerari dell’ebraismo italiano. In questo 2020 segnato dalla pandemia le celebrazioni,
sottolinea il ministro nel suo saluto, “acquistano un valore di testimonianza ancora più intenso”, confermando la volontà di “mantenere salda una rete di collegamenti tra i luoghi della memoria che hanno segnato segmenti importanti della storia deipopoli del Vecchio Continente”.
La Giornata europea della cultura ebraica ha lo scopo di promuovere storia e tradizioni culturali attraverso l’apertura gratuita di tutti i luoghi ebraici ai cittadini.
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments