Giani: “tramvia per Sesto fermerà dentro il Polo Scientifico”

Giani Tramvia
Giani: “tramvia per Sesto fermerà dentro il Polo Scientifico”






/

“Le proteste?Frutto di un equivoco”.  Dopo le critiche dei rettori uscite sui quotidiani di oggi, Giani ha convocato in tarda mattinata una conferenza stampa sul campo, proprio lì dove la futura tranvia potrebbe passare.

Solo un grande equivoco. “Tra quanti anche oggi hanno protestato sull’ipotesi del nuovo tracciato della tranvia che collegherà Peretola con Sesto Fiorentino  – spiega il presidente della Toscana, Eugenio Giani – c’è chi ha frainteso tra vecchio e nuovo liceo scientifico Agnoletti: la fermata proposta e che può mettere infatti insieme l’esigenza di un collegamento diretto e più veloce tra Peretola e Sesto Fiorentino e un passaggio prossimo al Polo scientifico è quella davanti al nuovo liceo in costruzione”. Quello che sarà inaugurato il prossimo anno, finanziato con  10 milioni (il 60 per cento della spesa) dalla Regione. Quello tra via Lastruccia e  via Madonna del piano, di fianco alla chiesetta del Trecento all’inizio del Polo scientifico. Non certo il vecchio liceo, in via Ragionieri sotto Monte Morello.

Dopo le proteste dei rettori uscite sui quotidiani di oggi, Giani ha convocato in tarda mattinata una conferenza stampa sul campo, proprio lì dove la futura tranvia potrebbe passare. E ai giornalisti ha illustrato sul posto quella che potrebbe essere l’ipotesi di nuovo tracciato, in modo che non ci siano più fraintendimenti: una staffa ad U di 7-800 centinaia di metri  tra andata  e ritorno che da via Pace e via Pasolini, dove con il nuovo percorso passerebbe il tram, arrivi fino alla chiesetta della Madonna del Campo. “Se non siamo già nel Polo scientifico ditemi dove siamo” spalanca le braccia Giani. A destra ad un centinaio di metri, e lo indica, c’è l’edificio del Cnr e del Lamma, sulla stessa linea ma in direzione opposta (più o meno alla stessa distanza) il dipartimento di chimica preceduto dal campo universitario di rugby del Cus. “Siamo chiaramente già nel Polo scientifico universitario” ribadisce il presidente, che ha accanto a sé l’assessore ai trasporti Stefano Baccelli. “E oltretutto – aggiunge –  su questa soluzione anche l’Università si era dimostrata disponibile, quando l’abbiamo prospettata nel corso di una delle ultime riunioni che abbiamo avuto”. Anche il Comune di Sesto Fiorentino si era detto d’accordo.

CLICCA QUI PER  LA CARTINA: Estensione tram linea2 – ipotesi

Certo l’originario tracciato, quello del progetto preliminare approvato negli anni scorsi, passava più in basso ed attraversava tutto il polo. Ma avrebbe allungato il collegamento tra Firenze e Sesto, è il ragionamento del presidente, rendendo alla fine la nuova linea meno attrattiva.  “In fondo tanto da Scandicci a Firenze quanto da Peretola al centro della città si è sempre scelto il percorso più diretto” ricorda.

Nel caso della futura tranvia di Sesto – la terza, in ordine di priorità, tra le nuove linee da costruire, dopo quella per Bagno a Ripoli e l’altra per Campi Bisenzio – un passaggio più a nord rispetto al progetto preliminare, tra via Pasolini e via Pace dunque, consentirà non solo di accorciare le distanze ma anche di attraversare zone già oggi densamente abitate, offrendo dunque un servizio ai residenti oltre che all’area del centro commerciale.

“Del resto quando si costruisce un’infrastruttura come una tranvia occorre renderla anche competitiva – conclude Giani –  Altrimenti si spendono soldi, 250 milioni di euro ed altri per gestirli, e ci ritroviamo con una linea poco attrattiva”.  Vanno fatte delle scelte.

NELL’AUDIO LE DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE TOSCANA EUGENIO GIANI

“Ringrazio il presidente Giani per aver chiarito pubblicamente la sua posizione sul tracciato della tramvia di Sesto, che peraltro avevamo già condiviso negli scorsi giorni. L’obiettivo comune di tutti noi è quello di dare una risposta concreta alle esigenze dei residenti della zona tra Castello e Sesto, agli abitanti di Sesto e ai fruitori del polo universitario, studenti, docenti e lavoratori amministrativi”, il commento del sindaco di Firenze Dario Nardella. “Si è infatti tenuto pochi giorni fa – ricorda – un incontro con il presidente Giani, la rettrice e il sindaco di Sesto per esaminare tutte le possibili soluzioni. In quell’occasione abbiamo concordato tutti di lavorare ad una soluzione tecnica che consenta il passaggio della tramvia sia dal centro abitato a sud del polo universitario, sia alle strutture stesse, che al nuovo edificio del liceo Enriquez Agnoletti. Ora attendiamo la definizione tecnica degli uffici della Regione, del Comune di Firenze – stazione appaltante della tramvia – e dell’Università, che vada incontro alle idee condivise dai soggetti pubblici”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments