Sab 20 Lug 2024

HomeToscanaCronacaFossi "Il Pd così non va, deve cambiarsi. Il 7 giugno la...

Fossi “Il Pd così non va, deve cambiarsi. Il 7 giugno la nuova segreteria regionale”

Logo Controradio
www.controradio.it
Fossi "Il Pd così non va, deve cambiarsi. Il 7 giugno la nuova segreteria regionale"
Loading
/

Pd, Fossi “Stiamo convocando la direzione regionale per il prossimo venerdì 9 giugno, e mercoledì 7 presenteremo la segreteria regionale”, che sarà “plurale”. Lo ha affermato Emiliano Fossi, segretario regionale del Pd Toscana, in una conferenza stampa oggi a Firenze. “Abbiamo aspettato – ha detto – anche perché volevamo collegare molto la fase post-elettorale alla definizione della nuova segreteria, proprio per marcare netto l’elemento di una nuova stagione che si deve aprire”.

“Si tratta di elezioni che abbiamo perso”. Parte così senza giri di parole il segretario del Partito democratico della Toscana Emiliano Fossi, anche perché non potrebbe negare l’evidenza dei risultati. “Ci dobbiamo mettere la faccia anche nei momenti meno positivi perché la destra è forte è solida, forte e competitiva e noi litigiosi al nostro interno ed incapaci di costruire coalizioni. Questa tornata conferma questo, nonostante come centrosinistra avessimo raggiunto il ballottaggio e dunque la possibilità di riprenderci  i capoluoghi perso nel 2018”.

Fossi poi riconosce che c’era la consapevolezza che questo percorso di ‘rigenerazione’ del Pd sarebbe stato lungo, “una lunga traversata nel deserto” lo ha definito. “Lo sapevamo sin dalla sfida congressuale per provare a cambiarlo  e non ci facciamo demoralizzare adesso ma rilanciamo con impegno perché ci crediamo anche a distanza di 70 giorni”. Il segretario riconosce poi l’essere “montanti un po’ su un treno in corsa, spesso a condizioni già date. Ed invece punta ad un partito  sempre più capace di costruire alleanze, con un’identità più definita, sui territori, questo lo ribadiamo come esigenze e istanze che ritrovano in queste ore conferma di necessità”, sottolinea.
“Il congresso e il voto ci dice che il Pd così com’è non va, deve cambiarsi. Nelle prossime ore proveremo a declinare una serie di passaggi. Costruiremo un gruppo dirigente plurale e dei migliori, chiamati a guidare il Pd perche’ serve gente in gamba e non bandierine da piazzare qua e la’. Un gruppo che accolga le intelligenze migliori: da qui a una settimana annuncero’ la nuova segreteria del partito e avra’ le caratteristiche di accogliere le energie piu’ diversificate della nostra comunita’”. Cosi’ il deputato e segretario regionale. “Mercoledi’ prossimo – annuncia Fossi – presenteremo la segreteria regionale e venerdi’ 9 giugno abbiamo convocata la prima riunione della direzione, parleremo dei risultati e avvieremo il nuovo corso del partito”. Finora, spiega Fossi, “abbiamo aspettato anche perche’ volevamo collegare molto la fase post-elettorale alla definizione della nuova segreteria, proprio per marcare netto l’elemento di una nuova stagione che si deve aprire”.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)