Firenze: ok Consiglio per fusione Silfi-Linea Comune

Il consiglio comunale di Firenze
Immagine di archivio del consiglio comunale di Firenze

Fusione per incorporazione per Silfi e Linea Comune Firenze, entrambe partecipate di Palazzo Vecchio.

Lo prevede una delibera approvata oggi dal Consiglio comunale di Firenze. Silfi gestisce, tra l’altro, le infrastrutture hardware che compongono la ‘città intelligente’, mentre Linea Comune si occupa dello sviluppo software dei servizi digitali.

Per effetto della fusione, il Comune di Firenze, precisa una nota di Palazzo Vecchio, “deterrà una partecipazione di 873 mila azioni del valore di un euro, pari all’83,63% del capitale. La società che nasce dalla fusione si occuperà di tutti i servizi hardware e software e avrà una dimensione metropolitana”.

Per il Comune l’operazione ha una “valenza strategica perché va nella direzione della creazione di un modello di gestione integrata dei servizi nei settori fondamentali per la vivibilità urbana, in particolare quelli che riguardano settori come quelli della mobilità, pubblica illuminazione, sicurezza e supervisione del traffico, informazione e interazione con i cittadini.”

avatar