Firenze: Nardella, entro 2030 dimezzare Co2

Foto dal profilo twitter del Sindaco di Firenze

“Entro il 2030 riduzione della Co2 dal 30 al 50%. Ad annunciarlo, all’Iclei in Canada, il sindaco di Firenze Dario Nardella che ha, inoltre, fatto inserire la cultura tra i parametri di riferimento per lo sviluppo sostenibile.

Il primo cittadino fiorentino, in visita istituzionale in Canada per la Città metropolitana di Firenze, ha partecipato al Congresso mondiale dell’Iclei (International Council for local
environmental initiatives) insieme a sindaci provenienti dai cinque continenti. Partecipando al panel dedicato alle azioni concrete delle città per gli obiettivi di sviluppo sostenibile previsti dall’agenda 2030 delle Nazioni Unite, Nardella ha annunciato il nuovo obiettivo di Firenze: passare dal 30 al 50 per cento di riduzione delle emissioni di Co2 in città entro il
2030, con soluzioni basate su mobilità elettrica, trasporto pubblico, bike e car sharing, efficientamento energetico.

Alla tavola rotonda ”Healthy cities for all”, il sindaco ha ricordato che Firenze è la prima città d’Italia per longevità, e ha illustrato il modello fiorentino di welfare nel rapporto tra
servizi sanitari, servizi sociali e qualità della vita. A Montreal è stato poi approvato il documento strategico Iclei 2018-2024.
“Siamo soddisfatti – ha detto Nardella – che questa proposta sia stata accolta, tenuto conto che il 2018 è l’anno europeo del patrimonio culturale”. Insieme al console generale d’Italia
Marco Riccardo Rusconi, il primo cittadino ha fatto visita alla sindaca di Montréal, Valérie Plant, per uno scambio di esperienze e progetti comuni. I due sindaci hanno condiviso
l’idea di avviare una collaborazione sulle politiche ambientali in particolare relative alla ciclabilità e all’energia idroelettrica. Infine la delegazione fiorentina si è recata alla
Cassa depositi e prestiti del Quebec, dove il sindaco ha presentato le opportunità di investimento nel territorio metropolitano di Firenze, suscitando l”interesse di uno dei più
importanti investitori del Nord America.

avatar