Firenze: chiedono danni a ateneo i 3 ragazzi aggrediti durante festa universitaria

Università Firenze, Novoli

I tre studenti furono Aggrediti e feriti durante una festa universitaria a Firenze, il 15 marzo scorso al Polo di scienze sociali. L’ateneo sarebbe colpevole di ‘mancata sorveglianza’.

Hanno deciso di chiedere i danni all’Ateneo di Firenze, contestando la mancata sorveglianza i tre studenti che furono aggrediti durante una festa presso il polo di Novoli, il 15 marzo scorso. I loro legali, avvocati Massimiliano Annetta e Roberta Rossi, hanno inviato una lettera di messa in mora all’Università, per chiedere i danni economici, fisici e morali conseguenti all’episodio.

I presunti responsabili dell’aggressione, tre uomini di 21, 32 e 38 anni,  saranno processati con rito abbreviato il 18 settembre prossimo, per i reati di tentato omicidio, rapina e lesioni personali. Le tre vittime delle aggressioni si sono costituite parte civile.

“La forma processuale dell’abbreviato non mi consente di chiamare l’Università come responsabile civile” spiega l’avvocato Annetta. Di qui la decisione di inviare una lettera di messa in mora: “I fatti – si legge nella lettera inviata all’Ateneo – si sono verificati per colpa e responsabilità dell’Università degli studi di Firenze, la quale ha consentito lo svolgimento di una festa all’interno dei locali dell’Università senza provvedere ad una vigilanza efficace ed efficiente, in violazione della normativa vigente”. “Se non avrò risposta – aggiunge Annetta – sarò costretto ad attivarmi in sede civile”.

Sia le vittime che gli autori dell’aggressione sono cittadini di origine marocchina.

avatar