Dom 21 Lug 2024

HomeToscanaDirittiFirenze, affitti turistici: Tar Toscana non si esprime su richiesta...

Firenze, affitti turistici: Tar Toscana non si esprime su richiesta sospensiva delibera Firenze

“Rispettiamo la decisione e restiamo ottimisti. Siamo fermamente convinti che la delibera sugli affitti brevi sia  danno per la Toscana, e per Firenze” dice Lorenzo Fagnoni, presidente di Apartments Florence. Nardella  ” siamo contenti e soddisfatti di questa decisione, continuiamo a denunciare la latitanza di un governo che non vuole fare una legge in materia di regolazione di affitti turistici brevi

No alla sospensiva sì al giudizio di merito: si è espresso così il TAR della Toscana in merio al ricorso presentato contro la delibera del  Comune di Firenze sugli affitti turistici brevi e di andare direttamente e velocemente al giudizio di merito.

“Noi siamo contenti e soddisfatti di questa decisione, siamo i primi a volere chiarezza. E continuiamo a denunciare la latitanza di un governo che non vuole fare una legge in materia di regolazione di affitti turistici brevi” ha commentato  il sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine di una iniziativa in città.

“Il Tar della Toscana non si esprime, noi rispettiamo la decisione e restiamo ottimisti. Siamo fermamente convinti che la delibera sugli affitti brevi sia un danno ad un settore traino dell’economia come il turismo. È un danno per la Toscana, così come per Firenze”. È quanto dichiara invece  Lorenzo Fagnoni, presidente di Apartments Florence srl, azienda che da quasi 17 anni gestisce più di 500 abitazioni a Firenze. Fagnoni aggiunge “siamo positivi sull’esito, si capirà che quell’atto porterà solo problemi” .

“Non so se i fiorentini lo sanno, ma nella classifica del Sole 24 Ore sulla qualità della vita dove Firenze rimane saldamente nella top ten il dato peggiore della nostra città è proprio il dato del canone medio degli affitti – ha aggiunto invece Nardella. Che ha precisato:  Firenze è al centoseiesimo posto. Ci si rende conto che il canone medio a Firenze pesa sul reddito medio per l’84%? Significa che dopo che hai pagato l’affitto non ti restano neanche i soldi per mangiare o per pagare la bolletta. E allora come mai a Firenze gli affitti sono così alti rispetto a una media del 35%? Perché questa deregulation del turismo sta uccidendo i centri storici delle nostre città ed è una delle cause principali dell’emergenza sociale abitativa. Cosa altro ci vuole per la presidente Meloni per capire che siamo in emergenza abitativa e che ci vuole una legge per regolare gli affitti turistici brevi?”

Per Fagnoni invece “tutte le previsioni dicono che il turismo aumenterà, ma allora dove li mettiamo? In nuovi alberghi? Non è svantaggiando il mercato e la libertà di fare impresa che si risolvono le criticità della città. Nardella la smetta di fare campagna elettorale. Oggi la vera sfida è l’ospitalità in casa, chi afferma il contrario è in malafede. Tale delibera è anti democratica e siamo sicuri che tutto questo verrà fuori”.

“Noi andiamo avanti in questa battaglia senza fermarci neanche di un millimetro e siamo pronti, e ben organizzati, con il collegio difensivo al Tar, confidiamo, come abbiamo sempre confidato, nel tribunale amministrativo della Toscana e nella necessità di avere un segnale da chiunque abbia il potere di cambiare le cose. La nostra parte la facciamo ed andremo avanti” ha concluso Nardella.

“Al sindaco Nardella dico solo una cosa – conclude invece  Fagnoni -. Il giudizio è in calendario il 9 maggio, esattamente un mese prima delle elezioni comunali, sarà contento il sindaco Nardella che ha fatto di questa norma uno strumento di propaganda elettorale e politica. Ma attenzione: a volte gli spot elettorali sono boomerang”.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)