Fanghi pulitura laghetto sversati Monte Morello, 2 denunciati

fanghi

Firenze, due denunciati da parte dei carabinieri forestali di Ceppeto, per aver smaltito al suolo fanghi derivanti dalla pulizia di un laghetto artificiale nella zona del Monte Morello.

Il problema è che questo tipo di fanghi sono considerati rifiuti speciali, e a segnalare all’Arma lo sversamento dei fanghi in un fosso è stato un escursionista.

Sul posto, località Lonciano, i Carabinieri forestali hanno riscontrato che i fanghi sembravano provenire dal dragaggio di un laghetto artificiale di circa 80 metri quadri, all’interno del fosso delle Selve. Venivano dunque contattati l’utilizzatore dei terreni e l’impresa che aveva eseguito gli interventi, scoprendo che il primo aveva dato incarico di ripulire il laghetto, in particolare per togliere canne infestanti, ad una ditta di movimenti terra che aveva portato via una ventina di metri quadri di materiale melmoso.

Il materiale fangoso era stato depositato lungo una scarpata, in pendenza, provocandone lo scivolamento a valle per circa 70 metri. I fanghi, spiegano i Cc Forestali, sono rifiuti speciali in quanto materiali di dragaggio. Non era stata realizzata nessuna opera di contenimento che facesse ipotizzare un eventuale recupero dei fanghi, inoltre Monte Morello è area sottoposta a vincolo paesaggistico e idrogeologico.

I denunciati sono il comodatario del terreno e il titolare della ditta che ha eseguito la ripulitura dell’invaso. Sono accusati di violazione del Testo Unico Ambientale per abbandono e deposito incontrollato di rifiuti sul suolo e nel suolo.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments