Donna suicida, Poggibonsi: indagini portano a truffa

San Vincenzo

Più che vittima di un presunto guaritore, a cui si sarebbe rivolta per curare il marito, la donna morta ieri suicida a Poggibonsi (Siena) e sarebbe rimasta vittima di una vera e propria truffa.

E’ quanto sarebbe emerso dalle prime indagini dei carabinieri che porterebbero in questa direzione: la truffa sarebbe stata messa in piedi da più persone ai danni della 62enne che si è data fuoco in un parcheggio lasciando una lettera per spiegare i motivi del suo gesto. E proprio con l’ipotesi del reato di truffa è stato aperto dalla procura di Siena un fascicolo che, al momento, è contro ignoti.
I militari, dopo aver ascoltato i familiari della donna, starebbero concentrando le attività investigative sui conoscenti e sui clienti dell’esercizio commerciale di cui la 62enne era titolare. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri la somma accertata per cui sarebbe stata raggirata la donna è di oltre 200mila euro, perlopiù pagati in contanti.
0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments