Diritti infanzia, Boschi: “no a lotteria delle possibilità, partire tutti da stessa linea”

Intervenendo al convegno “Bambini, d(i)ritti verso il futuro” in corso all’Istituto degli Innocenti di Firenze, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ha ribadito l’impegno in favore dei minori con meno possibilità

Per i bambini “non può esistere una lotteria dei diritti o delle possibilità, dobbiamo partire tutti dalla stessa linea”. Lo ha detto oggi il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi, aprendo a Firenze un convegno per il 28/o anniversario della Convenzione sui diritti dell’infanzia all’Istituto degli Innocenti, ‘Bambini e diritti verso il futuro’.

“Dobbiamo pensare – ha aggiunto – agli altri bambini che tutti i giorni vivono delle difficoltà, acqua, cibo, vaccini per malattie banali, difficoltà nell’andare a scuola, bambini militari, abusati e anche nel nostro Paese ci sono situazioni di difficoltà e disagio, anche a completare il percorso si studi”. Secondo Boschi, “se siamo ambiziosi, non possiamo sognare in piccolo nei diritti dei bambini, che sono i più importanti, anche se è difficile fare una classifica. Possiamo fare la nostra piccola parte tutti insieme per rendere ogni giorno più felici i bambini. Tutti noi abbiamo diritto ad avere le stesse opportunità”. All’evento prendono parte, tra gli altri, oltre ai bimbi e ai ragazzi di tante scuole, la presidente degli Innocenti Maria Grazia Giuffrida, l’assessore regionale Stefania Saccardi, il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani, il vicesindaco Cristina Giachi.

Ecco le dichiarazione del sottosegretario Boschi, raccolta da Claudio Gherardini

Di seguito anche le dichiarazioni di Maria Grazia Giuffrida, presidente dell’Istituto, e dell’assessore regionale Stefania Saccardi, sempre raccolte da Claudio Gherardini

avatar