Di Giorgi (PD): “Su DL Sicurezza pieno sostegno a sindaco Nardella”

“L’iniziativa del primo cittadino di Firenze fa chiarezza sulla pericolosità della norma che porta la firma del ministro Salvini ed avvicina il ricorso alla Corte Costituzionale” sottolinea la deputata Dem.

“’Il cosiddetto DL Sicurezza non solo accrescerà di fatto il livello di insicurezza nel nostro Paese, ma, al tempo stesso, comporterà una serie di gravi discriminazioni nei confronti dei richiedenti asilo e renderà impossibile per gli amministratori determinare i servizi pubblici e sociali che i Comuni hanno l’obbligo di garantire, creando una pesante confusione amministrativa senza alcun beneficio per la collettività. In Parlamento i deputati Pd hanno tentato ogni strada per opporsi ad una norma di cui personalmente mi vergogno come cittadina italiana. Purtroppo, come sappiamo, niente è servito a fermare gli intenti propagandistici del ministro Salvini. L’iniziativa del sindaco Nardella, e degli altri che si stanno muovendo in queste ore sulla stessa linea, è dunque un atto coraggioso che va sostenuto” lo dichiara la deputata del partito Democratico Rosa Maria Di Giorgi, commentando le iniziative del primo cittadino di Firenze.

” Bene dunque studiare, all’interno del recinto delle leggi, quelle soluzioni che permettano di lenirne gli aspetti più degradanti e più pericolosi per la convivenza civile. E bene, allo stesso tempo, ricorrere alla giustizia, al fine di verificare se le norme contenute nel DL Sicurezza siano o meno conformi al Diritto Europeo e alla Costituzione” sottolinea Di Giorgi.

Che conclude: ” l’iniziativa equilibrata intrapresa da Nardella è pertanto estremamente preziosa perché da un lato consente di arrivare in tempi rapidi a fare la necessaria chiarezza sul piano giuridico, dall’altro fornisce risposte amministrative alle lacune di una legge che sembra fatta apposta per aumentare la clandestinità ed il disagio per tutti i cittadini, italiani o stranieri che siano”

avatar