Dal 14 agosto a Rispescia (GR) torna Festambiente

Festambiente 2019 Angelo Gentili e Federica Gratoni
rptoz

Dal 14 agosto a Rispescia (GR) torna Festambiente
Podcast

 
 
00:00 / 00:03:41
 
1X
 

Fino al 18 agosto, in Maremma torna per il 31esimo anno consecutivo  l’appuntamento con  il festival nazionale di Legambiente.  Dibattiti, mostre, scienza, svago, gastronomia, e musica con il  palco che sarà dedicato interamente al messaggio #SALVAILCLIMA.

Sarà Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera, ad aprire le porte di Festambiente, la kermesse ecologista organizzata dalla legambiente, il 14 agosto. Il 16 agosto giornata evento con la costituzione della rete dei festival sostenibili: Arezzo Wave, Umbria Jazz, Cous Cous Festival, Primo Maggio Roma, Notte della Taranta e la rete di Keep On, insieme per essere sempre più green. Come di consueto, poi, la cittadella ecologica di Legambiente con i suoi tre ettari consentirà a tutti i visitatori di essere parte della grande battaglia ambientalista tra proiezioni cinematografiche, spazi per bambini, spettacoli teatrali, sana alimentazione, dibattiti, conferenze e altri appuntamenti assolutamente da non perdere.

“Palco per il clima”, è invece lo slogan che Legambiente ha deciso di utilizzare per dare forma ad una sinergia sempre più forte con la musica e per riuscire a sensibilizzare sempre di più i partecipanti anche attraverso la voce e la musica degli artisti che dal 14 al 18 saranno protagonisti dell’estate maremmana. Daniele Silvestri (con l’apertura di Mirkoeilcane e Diodato), The Zen Circus (con l’apertura di Giorgio Canali e Rossofuoco), Max Gazzè, Carmen Consoli e Alpha Blondy (con il pre e after show di SOUL rockers sound system): è questa la lineup che animerà l’estate della costa toscana con buona musica e messaggi sociali che arriveranno molto lontano.
L’obiettivo è quello di sensibilizzare i partecipanti il più possibile, anche attraverso la musica, a sentirsi protagonisti delle azioni da mettere in campo per salvare il Pianeta. Sul palco di Festambiente 2019 saranno presenti installazioni videografiche a tema e il festival, oltre ad essere efficiente dal punto di vista energetico attraverso l’utilizzo di fonti rinnovabili, sarà ancora una volta interamente plastic-free, lanciando un chiaro segnale rispetto alla grave problematica della plastica che sta drammaticamente invadendo il nostro Pianeta.
E ancora,  Scienzambiente, l’area interamente pensata per ragazzi, sarà dedicata a Greta Thunberg e alla lotta ai cambiamenti climatici, il Clorofilla Film Festival con corti e proiezioni a tema ambientale, il teatro per ragazzi  l’area bambini sarà ulteriormente arricchita con giochi e laboratori all’insegna dell’ecologia e in più attività sportive per tutti.

“Festambiente – ha dichiarato Angelo Gentili, coordinatore del festival e membro della segreteria nazionale di Legambiente – da trentuno anni rappresenta un punto di riferimento per l’ambientalismo e per le sfide che ci attendono. La storia di Festambiente è una storia di impegno e di partecipazione ma anche di incontri, confronti, relazioni e di coraggio. Quelle che abbiamo di fronte sono sfide epocali che richiedono appunto un grande coraggio per essere affrontate e vinte e noi di Legambiente il coraggio di provare a cambiare le cose lo abbiamo e vogliamo trasmetterlo a chi vorrà seguirci. Per questo, abbiamo deciso di organizzare un festival ancora più rivoluzionario del solito. Non c’è più tempo da perdere.”

È come sempre un onore per la Regione non solo ospitare questa conferenza stampa ma l’intero festival – ha detto l’assessore all’ambiente Federica Fratoni– un legame inscindibile di cui andiamo orgogliosi. Credo che mai come in questa edizione 2019 sia forte la corrispondenza sulle tematiche ambientali, non solo economia circolare e cambiamenti climatici, temi che il presidente Enrico Rossi e la nostra amministrazione hanno posto al vertice dell’agenda politica, ma anche il no alla plastica, per il quale abbiamo varato il piano “Toscana plastic free” con tante iniziative. Una per tutte, anticipando la direttiva europea che dal 2021 vieta la plastica, la messa al bando dai bar e ristoranti degli stabilimenti balneari di stoviglie, posate e cannucce di plastica monouso” .

 

avatar