Corridoio Vasariano: imbratta muri per dichiarare amore, denunciato 38enne

corridoio vasariano

La polizia municipale ha denunciato un 38enne autore di ben 7 scritte su Lungarno Archibusieri a Firenze, la strada sotto il Corridoio Vasariano che porta al Ponte Vecchio. Le scritte sono già state rimosse.

I fatti risalgono alla notte tra Pasqua e Pasquetta (21 e il 22 aprile) e le scritte vennero trovate dagli agenti la mattina del 23 aprile. L’indagine è durata diverse settimane e, grazie alle immagini delle telecamere e ricerche sui social network, i vigili sono risaliti al presunto responsabile. Le ricerche hanno permesso di individuare l’identità delle persone a cui erano dedicate le scritte e, dunque, di risalire al nome di colui che potrebbe esser stato l’imbrattatore.

Commentando il caso il sindaco di Firenze Dario Nardella ringrazia “il direttore degli Uffizi Eike Schmidt perché c’è stata una bella collaborazione e i nostri agenti di Polizia municipale. Capisco le finalità dell’amore – spiega il primo cittadino – ma ci sono modi più rispettosi per poter manifestare buoni sentimenti verso la propria amata. Certo non quello di imbrattare dei monumenti che sono per noi un simbolo di bellezza e devono essere per tutti un richiamo al rispetto totale”. “In futuro – ha agigunto Nardella ribadendo un particolare sulla questione – ci attrezzeremo, d’accordo col tribunale, perché si possa pagare anche in natura nel senso che chi sporca, ripulisce”.
Si è espresso sulla vicenda anche il direttore degli Uffizzi Eike Schmidt mostrandosi intenzionato a “chiedere i danni perché pulire queste superfici costa e non è uno scherzo”.

Il 38enne denunciato risulta incensurato.

avatar