Coronavirus: Pasqua, annullato Scoppio del Carro a Firenze

Foto Ansa/ Maurizio degl'Innocenti

Annullata a Firenze la storica rievocazione dello Scoppio del Carro per il giorno di Pasqua, la più antica tradizione popolare fiorentina che si tramanda da oltre 9 secoli e vuol ripercorrere le gesta dei fiorentini alle Crociate e del loro ritorno in città.

Lo ha reso noto in Consiglio comunale il sindaco Dario Nardella, spiegando che dopo essersi consultato con l’arcivescovo di Firenze, cardinale Giuseppe Betori, “abbiamo preso la decisione di annullare la manifestazione dello Scoppio del Carro, destinando tutte le risorse economiche, ovvero circa 50mila euro, in progetti sociali legati all’emergenza Coronavirus”. “Non ce la siamo sentita – ha aggiunto – di confermare la manifestazione senza pubblico, spendendo soldi che sono preziosissimi anche per salvare qualche vita in più”. Il cardinale Betori ha poi reso noto che, non ritenendo “giusto privare Firenze del significato dell’evento dello Scoppio del Carro” lo manifesterà con “un gesto semplice, ma che ne possa porre in rilievo” il suo contenuto più profondo. Così “al momento del Gloria, mi muoverò dall’altare portando il Cero fino sul sagrato della cattedrale e lì, dove avrebbero dovuto sentirsi e mostrarsi i fuochi luminosi del Carro, mostrerò alla città l’esile fiamma del Cero, che è Gesù, la sorgente della Pasqua e quindi della speranza per l’umanità. Accanto a me sul sagrato avrò il sindaco e il Gonfalone di Firenze”.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments