Coronavirus: Enpa, Toscana interrompe adozione animali “Scelta irresponsabile”

“Inspiegabilmente, irresponsabilmente e in contrasto con le indicazioni ministeriali, la Regione Toscana ha deciso di sospendere le adozioni di cani e gatti” e prevede inoltre “che gli animali recuperati e portati in un rifugio, devono essere lavati o disinfettati con sapone neutro (e questo va bene) ‘o con soluzioni al cloro’. Il cloro non va assolutamente usato perché è irritante per gli animali da compagnia”. Così l’Enpa spiegando che la decisione della Regione è contenuta nelle ‘Linee guida per la gestione di problematiche legate agli animali d’affezione in corso di emergenza Covid-19’ dell’8 aprile.

L’Ente nazionale protezione animali chiede “alla Giunta dellaToscana di correggere immediatamente queste indicazioni che, ricordiamo, risultano essere vincolanti per chi gestisce un canile o un gattile. Le adozioni di animali devono essere infatti consentite, ovviamente nel pieno rispetto delle indicazioni di sicurezza per gli operatori dei canili, per i volontari, per i veterinari e per gli adottanti”. “Non ha senso sospendere le adozioni – aggiunge l’Ente – quando, tra l’altro, le note del ministero della Salute non interrompono affatto tale attività, svolta a vantaggio del benessere animale. Pericolosa è invece la norma relativa all’uso del cloro. Il cloro è una sostanza irritante e non va usata con gli animali da compagnia nemmeno diluito a basse percentuali in soluzione. Bisogna stare molto attenti a dare indicazioni del genere”.

0 0 vote
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments