Lun 17 Giu 2024

HomeMusicaConcerti«Concerto Monteverdiano» a cura de L'Homme Armé

«Concerto Monteverdiano» a cura de L’Homme Armé

Giovedì 18 Aprile alle 17, nell’ambito della giornata internazionale ICOMOS dei monumenti e dei siti, L’Homme Armé presenta un «Concerto Monteverdiano» a ingresso libero fino a esaurimento posti, con prenotazione obbligatoria, Villa La Petraia, Castello Firenze

Madrigali, canzoni e canzonette d’amore compongono questo breve omaggio al “divino Claudio”. I brani sono tratti dalle raccolte più tarde della produzione monteverdiana, dal “Concerto, Settimo libro di Madrigali” del 1619 e da “Madrigali e canzonette, nono libro” pubblicato nel 1651, oltre ad altri brani tratti da raccolte sparse. All’interno di questa selezione compaiono brani straordinari quali “Zefiro torna e di soavi accenti” su testo di O.Rinuccini, costruito su un basso di ciaccona sul quale si scioglie una serie infinita di virtuosistiche variazioni affidate a due tenori, o “Quel sguardo sdegnosetto” ancora su un basso ostinato.

Una curiosità medicea: Monteverdi dedicò il VII libro di madrigali a Caterina de’ Medici, figlia del Granduca Ferdinando I, andata in sposa a Ferdinando Gonzaga Duca di Mantova.

PROGRAMMA

Claudio Monteverdi (1567-1643)

Dice la mia bellissima Licori (1)

Perché fuggi (1)

Ohimé ch’io cado (2)

Zefiro torna (ciaccona) (3)

Perché se m’odiavi (4)

Non vedrò mai le stelle (1)

Ecco di dolci raggi (3)

Ecco vicine, o bella Tigre (1)

Quel sguardo sdegnosetto (3)

Bel Pastor (5)

 

1 Concerto Settimo libro de’ madrigali (1619)

2 in C.Milanuzzi, Quarto scherzo delle ariose vaghezze (1624)

3 Scherzi musicali (1632)

4 Arie de diversi raccolte da Alessandro Vincenti (1634)

5 Madrigali e canzonette libro IX (1651)

 

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA all’indirizzo [email protected], oppure 3396757446

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)