Caterina, fissata l’autopsia della bimba di 2 anni deceduta dopo l’infarto della madre

controradio news

Arezzo, sarà svolta il 7 dicembre l’autopsia sul corpo della piccola Caterina, la bambina nata nel luglio del 2020 in emergenza dalla madre colpita da infarto mentre era all’ottavo mese di gravidanza e deceduta giovedì scorso all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze.

Il pm Marco Dioni, che si occupa del caso, ha conferito l’incarico dell’autopsia della piccola Caterina al professor Marco di Paolo di Pisa che la eseguirà presso il policlinico Le Scotte di Siena.

Per il caso di Caterina e della madre Cristina, entrambe affette da gravi problemi neurologici emersi subito dopo il parto, è aperto un fascicolo in procura ad Arezzo dove sono iscritti i nomi di quattro medici indagati per omicidio colposo, nel caso della piccola e lesioni gravissime nel caso della madre.

L’autopsia è resa necessaria perché, essendoci un’inchiesta in corso, il pm Dioni deve accertare se esiste un possibile nesso tra il parto e la morte. La salma tuttavia, già restituita alla famiglia dall’ospedale senza avviso, viene reclamata dalla procura tramite la spedizione dei carabinieri alla camera ardente.

La camera ardente è allestita ad Alberoro frazione del comune di Monte San Savino (Arezzo) dove la famiglia vive. Durante il prelevamento del corpo della piccola Caterina sono scaturite diverse emozioni tra la gente e il padre della piccola, Gabriele Succi, si è sfogato sui social del padre.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments