Caso di febbre Dengue in centro storico a Lucca

Febbre Dengue
WEST NILE ZANZARA ZANZARE

In centro storico a Lucca è stato segnalato dalla Azienda Usl Toscana Nord Ovest un caso di febbre Dengue contratto in un paese tropicale. A seguito di ciò il sindaco Mario Pardini ha firmato ieri, 4 ottobre, un’apposita ordinanza che dispone un intervento di disinfestazione sulla base delle indicazioni impartite in materia dal ministero della Salute.

L’intervento, che sarà effettuato fino al primo pomeriggio di oggi (5 ottobre), consisterà nella disinfestazione dell’area interessata con insetticidi, attraverso interventi sia sugli insetti adulti che sulle larve, sia su suolo pubblico che nelle proprietà private. In particolare saranno ricercati ed eliminati gli eventuali focolai larvali peri-domestici, con ispezioni porta a porta delle abitazioni comprese nell’area segnalata che si estende su un raggio di 100 metri attorno alla zona della cattedrale e comprende:

Piazza Antelminelli; Piazza San Martino; Corso Giuseppe Garibaldi fra Via della Rosa e Via della Dogana; Via Chiostro della Cattedrale; Via del Molinetto; Via Francesco Carrara fra Via del Molinetto e Corso Giuseppe Garibaldi; Via dell’Arcivescovado fra Piazza Antelminelli e Largo Pier Paolo Pasolini; Via del Duomo per il tratto compreso tra Piazza S. Martino e Piazza S. Giovanni; Vicolo della Dogana per il tratto compreso fra via del Molinetto e via della Dogana; Largo Pier Paolo Pasolini; Vicolo Nocchi; Rampa del Baluardo San Colombano; Via delle Trombe tra Piazza Antelminelli e via Antonio Vallisneri; Via S. Donnino da Piazza Antelminelli sino all’incrocio con via del Battistero.

Il trattamento ha una funzione preventiva: la febbre Dengue infatti si trasmette da individuo a individuo attraverso la puntura delle zanzare. Il virus circola nel sangue della persona infetta per 2-7 giorni, e in questo periodo la zanzara può prelevarlo e trasmetterlo ad altri.

Durante il trattamento di disinfestazione, nell’area interessata dall’intervento il Comune raccomanda di seguire le indicazioni che verranno impartite dal personale incaricato, al quale dovrà essere consentito l’accesso a giardini, cortili, terrazze private. In particolare, sarà necessario restare al chiuso e sospendere il funzionamento di impianti per il ricambio dell’aria; tenere al chiuso gli animali domestici e proteggere i loro ricoveri e suppellettili (ciotole, abbeveratoi, ecc.) con teli di plastica. Considerato che per l’effetto deriva gli insetticidi potrebbero ricadere sui prodotti ortofrutticoli si raccomanda, prima del trattamento, di raccogliere la verdura e la frutta degli orti o proteggere le piante con teli di plastica. La frutta e la verdura irrorata sarà poi di nuovo consumabile dopo 15 giorni di tempo. Per lavare mobili e giochi di bambini lasciati all’esterno, dovranno essere usati guanti lavabili.

Il Comune monitora continuamente, con il supporto della Asl, l’eventuale presenza di colonie di zanzare sul territorio, effettuando interventi mirati volti ad ucciderne le larve, anche sulla base delle segnalazioni che vengono dai cittadini: l’ultimo, in ordine di tempo, è stato effettuato poche settimane fanella zona di Porta Elisa.

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments