Calcio, la Fiorentina batte l’Empoli nel derby toscano

Fiorentina derby

La Fiorentina di Vincenzo Italiano ha battuto l’Empoli per 1 a 0 nel derby toscano dell’ora di pranzo.

Tre punti per la Fiorentina che supera l’Empoli nel derby Toscano grazie ad un gol di Nico Gonzalez nel secondo tempo. L’Empoli aveva segnato nei primi 45 minuti di gioco, ma la rete è stata annullata dalla Var per un fallo sul portiere Terracciano. Empoli che ha chiuso la partita in dieci uomini per l’espulsione del calciatore Luperto, per doppia ammonizione.

Il gol di Nico Gonzalez al minuto 58, su colpo di testa, è scaturito proprio dal calcio di punizione causato da Luperto, che gli è costato il secondo giallo e la doccia anticipata. 3 punti per i Viola che raggiungono quota 50 in classifica; l’Empoli di Andreazzoli, in crisi di risultati in questo 2022, resta ferma a 33 punti e adesso deve guardarsi dalle retrovie.

Durante i 90 minuti di questo derby, la squadra di Vincenzo Italiano ha costruito buone azioni, rendendosi pericolosa. Ma Vicario, l’estremo difensore dell’Empoli ha fatto buona guardia, tenendo sempre i suoi compagni in gioco. Una dormita della difesa fiorentina, con l’errore di Biraghi e Terracciano poteva costare caro, ma la Var ha annullato il gol del vantaggio empolese di Di Francesco, per fallo di Pinamonti sul portiere Viola. Una partita tattica, quella vista al Franchi che al 58esimo è stata sbloccata dal colpo di testa di Nico Gonzalez, dopo un gol annullato a Cabral. Nel finale Riccardo Sottil ha avuto l’occasione di chiudere il match, ma ancora una volta il portiere dell’Empoli ha sventato la minaccia, dimostrando tutto il suo valore. Vani i quattro cambi di Andreazzoli per tentare il pareggio.

Da segnalare che nel finale convulso è stato espulso per proteste il direttore sportivo azzurro, Pietro Accardi. A comunicarlo lo stesso Empoli infuriato per l’operato dell’arbitro Massimi.

“Tenere vive certe partite ci fa prendere e rischiare qualche indecisione. In questo momento non riusciamo ad essere concreti, abbiamo tirato in porta 24 volta ma ancora non siamo cinici come dovremmo essere. Queste partite devono essere chiuse prime, se commetti un mezzo errore rischi di essere castigato. Mi tengo stretto comunque il risultato e sono contento di come abbiamo gestito la partita quando siamo rimasti in superiorità numerica”. Vincenzo Italiano è soddisfatto della vittoria della sua Fiorentina nel derby contro l’Empoli che permette ai viola di continuare a lottare per un posto in. Europa. Se l’Empoli è furioso e protesta per la direzione di gara dell’arbitro Massimi, Italiano sottolinea che: “Sulla gestione arbitrale non mi piace discutere gli episodi, di situazioni così ce ne sono una valanga in un campionato. Spesso siamo stati penalizzati noi e non ho detto nulla – ha ricordato l’allenatore della Fiorentina -.”

Il presidente Commisso (al termine della gara ha chiamato dagli Stati Uniti allenatore e giocatori per complimentarsi con loro per la vittoria) è felice per la posizione in classifica e per come ci stiamo esprimendo. Tutta la proprietà deve essere contenta di quello che stiamo proponendo”. Una Fiorentina che continua la sua lotta all’Europa: “Quando vinci le partite poi è normale andare a vedere la classifica – ha concluso Italiano, che al termine della partita è andato sotto la Fiesole per esultare con loro la gioia della vittoria -. Nelle prossime nove partite dobbiamo cercare di vincerne il più possibile. Ci godiamo intanto questa posizione di classifica”. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il ds viola Daniele Pradè: “Abbiamo 50 punti e dobbiamo guardare avanti visto che c’è anche una partita in meno. Anche oggi prestazione importante contro una squadra organizzata con un bravissimo mister, complimenti ai ragazzi e ad Italiano. Ikoné non ha giocato? Peccato per lui perché Jonathan ha avuto un problemino fisico altrimenti sarebbe stato della gara”.

Mancanza di sensibilità e decisioni prese in campo molto discutibili da parte dell’arbitro Massimi: l’allenatore dell’Empoli Andreazzoli è deluso e arrabbiato per una sconfitta contro la Fiorentina nel derby toscano che poteva essere evitata con decisioni arbitrali diverse: “Sono le forze in campo che decidono, non è l’emotività – dice il tecnico – La prima ammonizione a Luperto è decisiva, il fallo era al contrario. Anche il quarto uomo mi sembrava della mia opinione.Se manca la sensibilità non funziona niente, in questo caso bisogna cambiare mestiere, poi gli arbitri svolgono un ruolo complicato e gli errori ci possono stare, ma bisogna offrire una sensibilità

“Sono dispiaciuto per quei dieci secondi finali quando stavamo battendo una rimessa laterale in attacco e l’arbitro non ce l’ha permesso- ha proseguito il tecnico dell’Empoli – Non capisco perché bisogna fischiare prima dei 5 minuti di recupero. C’era una rimessa laterale, falla battere”. Empoli che era passato in vantaggio anche con Di Francesco ma poi annullato dal Var per fallo di Pinamonti su Terracciano: “L’Empoli fa giurisprudenza, come c’è una revisione da mettere in risalto ci tocca a noi. Nessuno aveva protestato, nemmeno Terracciano – ha sottolineato Andreazzoli -. Mentre su Luperto penso che sia stata fatta una valutazione al contrario, mentre il secondo giallo ci sta. Se nel primo caso andava ammonito qualcuno quello era l’avversario, non Luperto”.

Empoli che oltre alla sconfitta contro la Fiorentina deve registrare anche il serio infortunio subito da Tonelli nel primo tempo: “Come sta? Molto male. Le sensazioni sono brutte – ha terminato Andreazzoli -. Potrebbe essere un infortunio grave. Potrebbe essere il terzo negli ultimi mesi per lui.”

Il prossimo turno vedrà l’Empoli impegnata in casa contro lo Spezia, sabato 9 aprile alle 15. La Fiorentina, invece, continuerà ad inseguire un posto in Europa andando a giocare a Napoli, domenica alle 15.

 

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments