Botte al ladro e verbale falso: condannati due poliziotti

I fatti risalgono al 2013.  Nel blitz  un poliziotto per fermare il malvivente in fuga lo avrebbe colpito più volte con calci al fianco sinistro, provocando ecchimosi a una tempia, frattura di una costola e rottura della milza.

Condannati due poliziotti a Firenze, rispettivamente a 4 anni e a 3 anni e 2 mesi, per aver colpito un ladro durante la sua fuga. Per l’accusa l’agente cui è stata inflitta la pena più alta, avrebbe colpito il malvivente con calci a un fianco, procurandogli la rottura della milza.
L’altro poliziotto era imputato di aver redatto con lui un falso verbale per ‘coprire’ le violenze al fuggitivo. Il pm Giacomo Pestelli nella requisitoria aveva chiesto che fossero condannati rispettivamente a 15 e 6 anni.
I fatti risalgono al 2013. I due poliziotti stavano pedinando una banda specializzata in furti nei cantieri quando scoprirono dove veniva stoccata la refurtiva, a Bagno a Ripoli. Nel blitz per l’accusa, un poliziotto per fermare il malvivente in fuga  lo avrebbe colpito più volte con calci al fianco sinistro, provocando ecchimosi a una tempia, frattura di una costola e rottura della milza. L’uomo, un 50enne di origine romena, accusò forti dolori poco dopo esser portato in commissariato, poi fu operato d’urgenza.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments