Atti vandalici in storico cimitero di Greve in Chianti

Atti vandalici

Greve in Chianti, in provincia di Firenze, il Comune ha presentato una denuncia contro ignoti per atti vandalici nel cimitero di campagna della frazione di Casole.

Nello storico camposanto, spiega l’Amministrazione comunale in una nota, atti vandalici sono stati perpetrati nei confronti di otto tombe: sono state date alle fiamme croci in legno, una panca, ornamenti e altri arredi presenti all’interno di alcune cappelle. Divelte anche varie croci in ferro dalle tombe.

La scoperta è avvenuta in seguito alla segnalazione di una cittadina. “Siamo rimasti interdetti di fronte a tanta inciviltà – sottolinea il sindaco Paolo Sottani – e denunciamo questo episodio come uno dei più inammissibili e indecorosi che ci sia capitato a danno di spazi, edifici comunali e oggetti del patrimonio pubblico.

Riteniamo sia un gesto ancora più deprecabile, considerato il luogo che è stato preso di mira, un sito testamentario di particolare valore spirituale e umano, quello che tutti riconosciamo come il monumento dei nostri ricordi e dei nostri affetti”.

Il Comune di Greve in Chianti ricorda che ogni anno indirizza consistenti investimenti per la manutenzione e ordinaria e straordinaria dei cimiteri di campagna.

“La nostra attenzione a questi luoghi, che rappresentano il patrimonio della memoria collettiva, il simbolo della storia di un territorio da preservare, tutelare e tramandare, è massima – aggiunge Sottani -. Il lavoro che mettiamo in campo perché tale bagaglio, anche nei piccoli centri abitati e nelle frazioni più distanti, non si disperda è costante e capillare”.

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments