Amazzonia, capo tribù a Firenze: “25% foresta distrutto”

capo tribù

“Mi faccio portavoce di una lamentela, di una mancanza di responsabilità da parte del Governo brasiliano: la nostra terra è ricca di acqua, di minerali preziosi, ma ci troviamo con un Governo che guarda ad altri interessi economici, non alla salvaguardia di questa grande ricchezza”. Queste sono le parole del capo tribù Huni Kuin Kawinaka della popolazione dell’Amazzonia ‘Huni Kuin’, intervenuto al consiglio comunale di Firenze.

“C’è un disastro ambientale in corso in Amazzonia. Il 25% della foresta è andato in fumo- ha continuato -. Il messaggio è quello di unire le forze per trovare un modo per lottare insieme”. Il capo tribù ha lanciato l’appello “per una maggiore unità, uguaglianza, sostenibilità di tutti gli esseri umani”.
Huni Kuin Kawinaka ha ribadito inoltre che è molto importante per lo sviluppo della popolazione dell’Amazzonia parlare della loro storia, delle loro ricchezze per favorire un processo di continuazione delle tradizioni.
Dopo l’intervento il presidente del Consiglio comunale Luca Milani ha donato un giglio rosso, simbolo di Firenze, “in modo che possa ricordarsi della città”.  “Inoltre, visto che prima ha fatto visita al Museo di Palazzo Vecchio, vedendo anche la sala delle cartine, noi gli facciamo omaggio della riproduzione della cartina dell’Amazzonia del 1500”, ha detto Milani.
avatar