Aggredisce barista e distrugge locale a Piombino, arrestato dai carabinieri

misura cautelare consorzio accoglienza migranti
Archivio

Danneggiamento, violenza, lesioni aggravate e resistenza a pubblico ufficiale i reati contestati al 44enne a Piombino che risultava in stato di ebbrezza.

Un uomo di 44 anni, di origine marocchina, è stato arrestato la notte scorsa dai carabinieri a Piombino (Livorno) con l’accusa di aver aggredito una barista e danneggiato un locale di via della Repubblica. Danneggiamento, violenza, lesioni aggravate e lesioni e resistenza a pubblico ufficiale i reati contestati al 44enne, che sarebbe stato ubriaco.
Il fatto è accaduto alle 2.30, quando secondo la ricostruzione dei militari l’uomo, irregolare sul territorio nazionale, ha prima aggredito la barista del locale, provocandole lesioni e contusioni varie giudicate guaribili in 10 giorni, poi ha praticamente distrutto l’interno del bar, lanciando bicchieri e bottiglie verso chiunque cercasse di avvicinarsi, e infrangendo le vetrate del locale.
I carabinieri, subito intervenuti, sono riusciti a bloccarlo nonostante la reazione dell’uomo che con calci e pugni ha tentato di resistere, e a portarlo in caserma. Gli stessi militari intervenuti sono stati accompagnati all’ospedale e medicati con 7 giorni di prognosi per traumi distorsivi e contusioni. Il 44enne dopo l’arresto, su disposizione del pm di turno, è stato trasferito nel carcere di Livorno.
avatar