Ven 19 Lug 2024

HomeCultura & SpettacoloCinema🎧 Giunti Odeon Libreria e Cinema: ecco il nuovo volto dello storico...

🎧 Giunti Odeon Libreria e Cinema: ecco il nuovo volto dello storico Cinema Teatro Odeon

Logo Controradio
www.controradio.it
🎧 Giunti Odeon Libreria e Cinema: ecco il nuovo volto dello storico Cinema Teatro Odeon
Loading
/

Lo storico Cinema-Teatro Odeon rinasce oggi come Giunti Odeon Libreria e Cinema: un nuovo percorso sperimentale che si propone di ampliare l’offerta culturale della città che unirà libri, musica, arte, teatro e cinema. La programmazione cinematografica continuerà infatti ogni giorno alle ore 21, mentre durante il giorno si potrà assistere a delle proiezioni diurne su un nuovo schermo creato per l’occasione.

Audio: Gabriele Ametrano direttore Artistico di Giunti Odeon

 

Giunti Editore ha dato vita a un progetto culturale ambizioso: Giunti Odeon Libreria e Cinema. Uno spazio di 1.500 metri quadri che ospiterà una nuova libreria con un’ampia varietà di titoli, mantenendo la sala cinematografica che si arricchisce di due schermi per le proiezioni (uno per la proiezione al buio dei film e un grande led-wall per l’intrattenimento culturale diurno). Uno spazio che il direttore artistico Gabriele Ametrano vorrebbe divenisse: ” un simbolo del rinascimento culturale che Firenze merita”.

Ad opera dello studio Benaim di Firenze, il restauro di questo tesoro architettonico ha riportato alla luce elementi architettonici e decorativi che non erano più visibili:ritrovano vita le fontane, le decorazioni sulle colonne, l’integrità e l’illuminazione della cupola, gli arazzi del secondo ordine oggi finalmente illuminati ed esposti nella posizione originale.

La libreria Giunti Odeon conta circa 680 metri quadri espositivi, oltre 1200 metri di scaffalature ed oltre 25mila titoli proposti (di cui una parte in lingua originale), e  sarà aperta 7 giorni su 7 dalle ore 8.30 fino alla fine della proiezione serale. La programmazione culturale, spazierà dalle presentazioni di libri alle mostre d’arte, dai concerti alle letture ad alta voce fino ai laboratori di lettura per i più piccoli.
Sarà disponibile, inoltre, uno spazio nelle gallerie dedicato allo studio alla lettura e alla socializzazione, con una veloce e potente linea wi-fi e postazioni attrezzate per l’utilizzo di pc e tablet. “Questa nuova versione dell’Odeon è fatta per poterci passare un’intera giornata dentro” dice Marco Luceri, curatore della programmazione cinematografica.

Il palazzo ospita inoltre anche un cafè ristorante, attività già presente prima del passaggio a Giunti Odeon conosciuto come “Odeon Bistrot” che rimarrà negli spazi già precedentemente dedicati a tale scopo. È stato ripristinato il collegamento
interno e rivisitata l’offerta del menù, curata da Tini Ferragamo, con scelte d’eccellenza sia per la pasticceria che per il settore enogastronomico.

Numerosi saranno gli incontriletterari in stretta connessione con la programmazione cinematografica con ospiti italiani e internazionali nell’arco di tutta la giornata.
Fra i primi incontri in programma, lunedì 13 novembre, per la Giornata mondiale della gentilezza, una lectio del biologo naturalista Daniel Lumera e, a seguire, un documentario con un dialogo tra Lumera, Felicia Cigorescu e altri ospiti speciali. Il 15 novembre l’autore Premio Strega Paolo Cognetti presenterà il suo libro Giù nella valle (Einaudi), in dialogo con Stefano Mancuso. Seguirà la proiezione del film Otto montagne, scritto e diretto da Felix Van Groeningen e Charlotte Vandermeersch, tratto dall’omonimo romanzo di Cognetti (Einaudi). Venerdì 17 novembre la presentazione del nuovo libro di Fabio Volo
Tutto è qui per te (Mondadori), mentre martedì 21 novembre Laura Imai Messina presenterà il suo libro Il Giappone a colori (Einaudi). Seguirà la proiezione di due film nipponici, il film di animazione Inu-Oh di Masaaki Yuasa e Foto di famiglia di Ryōta Nakano. Nelle settimane successive saranno poi protagonisti ospiti come Antonio Scurati, Chiara Rapaccini, Francesco Guccini, Maurizio De Giovanni.

Il cinema, cuore pulsante di Giunti Odeon, con una sala da 198 posti, rimane fedele alla sua vocazione originaria, proponendo ogni sera alle 21.00 spettacoli in lingua originale e sottotitolati. La programmazione dei film, con proiezione su schermo cinematografico, a cura di Gloria Germani e Marco Luceri, sarà in dialogo costante con quella degli
eventi. La proposta cinematografica proporrà i grandi film del momento e la scelta di classici restaurati, grazie anche alla collaborazione con la Cineteca di Bologna. Sono state già attivate collaborazioni con festival e sale cinematografiche nazionali e internazionali, per un reciproco scambio culturale e come sottolinea Gabriele Ametrani: “siamo aperti anche a nuovi progetti e collaborazioni con realtà culturali fiorentine”.

Una speciale sigla musicale, dal titolo Odeon Renaissance, composta dal Maestro Federico Maria Sardelli e creata appositamente per Giunti Odeon, accompagnerà il passaggio dalla programmazionedella libreria alla proiezione cinematografica.
La programmazione del cinema inizierà il giorno 4 novembre, inaugurazione di Giunti Odeon, con il film Comandante di Edoardo De Angelis e l’introduzione dello stesso autore.
Schermo ledOgni giorno sul grande schermo led, posto sul palco, saranno proposti approfondimenti video culturali, intrattenimento per bambine e bambini in lingua italiana e inglese. Il led-wall, sarà in funzione unicamente in orario mattutino e pomeridiano, prima della discesa dello schermocinematografico per la proiezione dei film serali.
Il primo appuntamento sarà il 5 novembre con la proiezione del film Disney Frozen – Il regno di ghiaccio, in occasione del suo decennale e, a seguire, verrà proposto materiale di archivio cinematografico restaurato in collaborazione con la Cineteca di Bologna.

Giunti Odeon sarà anche uno spazio espositivo che ospiterà, ogni sei settimane, mostre di artisticontemporanei. Si comincerà il 10 novembre con la mostra del pittore Massimo Giannoni. L’artista esporràcirca venti opere che ritraggono librerie, nel suo stile e con la sua particolare tecnica pittorica.

Rock Contest 2023 | La Finale

Sopravvissute, storie e testimonianza di chi decide di volercela fare (come e con quali strumenti)