Zona Arancione imminente e vaccinazione al Mandela, intervista a Nardella

Nardella
©Controradio

🔈Firenze, alla presentazione del ritratto allegorico di Dante nel Salone dei Cinquecento, opera di Agnolo Bronzino, abbiamo chiesto al sindaco Dario Nardella, che cosa ne pensasse dell’ipotesi che la Toscana torni presto in zona arancione ed un suo parere a caldo sulla prima giornata di vaccinazioni al Mandela Forum.

Secondo quello che ha detto il presidente Giani saremmo sull’orlo di ritornare in zona arancione cosa ne pensa?

Posso soltanto dire che due settimane fa lo avevamo detto che bisognava stare attenti ad abbassare la guardia, purtroppo la guardia evidentemente è stata abbassata e quindi il rischio di tornare in arancione è molto realistico. Non dobbiamo, come dire angosciarsi anche perché le regioni sono tutte nella stessa situazione, dopo un’ondata di rosso, di arancione, arriva quella gialla e poi di nuovo si ritorna ai colori diciamo più restrittivi, è un meccanismo che ormai abbiamo visto funziona così.

Semmai dobbiamo far attenzione all’impatto economico che una situazione così perdurante sta determinando su tutto il settore dei servizi di ristorazione e Firenze sta soffrendo moltissimo, ho appreso che le regioni hanno già chiesto al governo entrante, di esaminare appunto alcuni allentamenti di alcune misure, io credo che si possano valutare contestualmente.

Se mai torneremo in arancione dovremo essere bravi a starci il meno possibile in quella fascia e riportare poi la Toscana ad una condizione diciamo come quella attuale, e sono un po’ le montagne russe dei colori, dobbiamo capire che colore giallo non significa fare tutto quello che vogliamo.

Sta appunto arrivando dal Mandela Forum, quale erano le sensazioni, cosa pensavano secondo le la gente che si stava facendo vaccinare?

Tutti molto contenti ed io anche molto emozionato, ho chiesto quando sarebbe stato il turno dei sindaci e non mi hanno saputo dire, chissà se il governo tra le varie cose ci dirà anche questo perché non vorrei che qualcuno polemizzasse col fatto che i sindaci non vogliono vaccinarsi, anzi tutt’altro io sempre detto aspetto il mio turno basta che me lo facciano sapere.

Detto questo però sono veramente grato e sono molto commosso perché ho visto una macchina straordinaria all’Opera di volontari della Protezione Civile tutto il personale medico infermieristico molti di questi venivano da altre città e facevano parte del famoso pacchetto Arcuri, i nostri medici e il personale dell’ASL, le forze dell’ordine e poi i gestori del palazzetto dello sport che porta il nome di Nelson Mandela che di cui proprio oggi celebriamo la ricorrenza del suo primo giorno di libertà dopo la lunghissima prigionia in Sudafrica e quindi un giorno speciale molto commovente.

E posso dirmi qual è la mia sensazione Io credo che ci saranno pochissime persone che si rifiuteranno di vaccinarsi, io non credo a questi diciamo sondaggi che si fanno girare base ai quali ci sarebbe una larga fetta di popolazione che non vuole vaccinarsi, io credo di più a quello che vedo da sindaco parlando con le persone, quello è il mio vero sondaggio e vi posso assicurare che la gente non vede l’ora di vaccinarsi per questo bisogna che le forniture arrivino nei tempi previsti per consentirci di andare avanti perché la macchina organizzativa a Firenze è perfettamente coordinata.

L’intervista di Gimmy Tranquillo:

0 0 votes
Article Rating
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments